Lemon Blueberry Layer Cake, senza… burro, latte e uova

Avete mai visto il film capolavoro “Un bacio romantico – My blueberry nights” solo con Jude Law, Nora Jones, Rachel Weisz e Natalie Portman? Beh… io sì, innumerevoli volte e se non l’avete ancora visto, vi consiglio caldamente la visione.

In questo stupendo film si parla molto dell’americanissima blueberry cake, la torta ai mirtilli (il blueberry del titolo si riferisce esattamente al dolce!), torta che si trova in ogni tavola calda che si rispetti degli States. Burrosa, lattosa, pannosa, morbidissima e squisita.

Oggi pomeriggio, finito di lavorare sono stata presa da raptus e ho iniziato a “spignattare”, famoso detto francese, dopo aver scartabellato qua e là in favolosi siti di grassissime e sublimi ricette americane. Bella non esattamente (la mia!) ma all’assaggio la mente è volata alla scena che vale la visione di tutto il film!

Lemon Blueberry Layer Cake

INGREDIENTI

Torta

  • 230 g di burro vegetale ammorbidito a temperatura ambiente
  • 2 yogurt alla soia
  • 250 g di zucchero semolato
  • 100g di zucchero di canna
  • 1 cucchiaio di estratto di vanilla
  • 345 g di farina milleusi + un cucchiaio da tenere da parte
  • 1 bistina di lievito vanillato per dolci
  • un pizzico di sale
  • 240 ml di latticello vegetale
  • la scorza di 3 limoni
  • il succo di 3 limoni
  • 258 g di mirtilli freschi

Farcitura e guarnizione

  • 224 g di spalmabile alla soia a temperatura ambiente
  • 115 g di burro vegetale ammorbidito a temperatura ambiente
  • 420 g di zucchero a velo
  • 1 – 2 cucchiai di panna vegetale
  • 1 cucchiaio di estratto puro di vanilla
  • 1 pizzico di sale

PROCEDIMENTO

Torta

  1. Preriscaldate il forno a 180°
  2. Mettete il burro nella planetaria e con la frusta alla massima velocità sbattete il burro fino a farlo diventare una cremina
  3. Aggiungete lo zucchero semolato e quello di canna e sbattete a velocità medio alta fino a completo assorbimento
  4. Aggiungete lo yogurt e l’estratto di vanilla e continuate a sbattere a media velocità finchè il composto non diventa omogeneo
  5. In una ciotola a parte mescolate la farina, il sale e il lievito e aggiungete poco alla volta gli ingredienti secchi a quelli umidi con la frusta a bassa velocità
  6. Versare ora il latticello, la scorza e il succo di limone e mescolare fino a completo assorbimento
  7. A parte mescolate i mirtilli con la farina e versateli delicatamente nell’impasto a planetaria spenta, mesolate poco con un cucchiaio
  8. Versate il composto uniformemente in 3 teglie da forno precedentemente spennellate di olio di semi e infarinate oppure spruzzate con lo spray spruzzante alimentare
  9. Infornate le 3 teglie per 25 – 30 minuti facendo la prova dello stecchino dai 20 minuti di cottura, quando lo stecchino esce pulito, sfornate le teglie e lasciate raffreddare prima di farcire la torta e guarnirla

Farcitura e guarnizione

  1. Utilizzando sempre una planetaria con la frusta, sbattere il cremoso alla soia e il burro vegetale fino a eliminare tutti i grumi
  2. Aggiungere lo zucchero a velo, la panna, l’estratto di vanilla e il sale con la frusta a velocità minima
  3. Aiutandovi con un coltello molto affilato o da pane, tagliate le superfici dei 3 livelli che avete preparato inmodo da creare una superficie piatta
  4. Ponete il primo strato della vostra torta sul supporto scelto e ricoprite uniformemente col frosting, appoggiatevi sopra il secondo strato di torta e di nuovo ricoprite uniformemente col frosting, aggiungete ora l’ultimo stratto e ovviamente ricoprite sempre uniformemente col frostinge spalmatelo anche ai lati nella maniera che più vi piace
  5. Guarnite con mirtilli e fettine di limone a vostro piacimento

Impasto base: pasta sfoglia, senza… burro, latte e uova

Questo post è rimasto in stand by per svariati giorni, avevo scritto già tutto ma come al solito l’imprevisto è dietro l’angolo: avevo dato per scontato di riuscire a fare la pasta sfoglia in un lampo, avevo trovato una bella ricetta semplice su un sito più che autorevole: parto carica a 1000 per impastare e fare delle brioches super e invece si è rivelato un fiasco!

La ricetta che avevo trovato aveva una lavorazione veloce rispetto alla media, giuro che ho seguito alla lettera tutto l’iter, ho rispettato le dosi tuttavia non c’è stato niente da fare: mi sono uscite delle brioches, pure bruttine aggiungerei, che sembravano dei biscotti… SACRILEGIO!

Mi sono così incaponita a voler trovare per forza la soluzione e a furia di provare e riprovare ci sono finalmente riuscita, ho finito a mezzanotte, stanca ma soddisfatta del risultato. Non ho nemmeno fatto le brioches perchè non ce la potevo fare e poi volevo tenermele per domani mattina da assaggiare assieme a tutta la famiglia.

Lo so! Si tratta di un’impasto MOLTO lungo e laborioso ma vedrete che soddisfazione sarà riuscire a ottenere quanto desiterato! Ecco a voi la mia ricetta!

Impasto base: pasta sfoglia, senza… burro, latte e uova

INGREDIENTI

Pastello

  • 175 g di farina 00
  • 100 g di acqua
  • un pizzico di sale

Panetto

  • 250 g di burro vegetale poco ammorbidito
  • 150 g di farina

PREPARAZIONE

Pastello

  1. Mescolate acqua e sale e dopo aver versato in una ciotola capiente la farina, aggiungetevi anche l’acqua salata
  2. Con la planetaria dotata di gancio, impastate per pochi minuti in modo da nonscaldare troppo l’impasto
  3. Prendete il pastello e impastatelo velocemente per controllare che non si attacchi alle mani
  4. Ponetelo su di un vassoio a riposare dandogli il più possibile una forma quadrata, ricopritelo di pellicola trasparente in modo che rimanga a contatto con l’impasto e mettetelo in frigo a raffreddare finchè preparate il panetto
  5. Sempre le ciotola della planetaria, versate la farina e il burro a tocchetti e azionate il gancio fino a completo assorbimento della farina, sempre lo stesso motivo di prima, togliere il prima possibile l’impasto dalla planetaria per non farlo riscaldare troppo
  6. Mettete l’impasto su di una spianatoia poco infarinata e anche in questo caso dategli velocemente una sforma squadrata di circa 20 cm e ponetelo su di un vassoietto, incartatelo con la pellicola trasparente a contatto e riponetelo in frigorifero per 10 minuti
  7. Prendete ora il pastello, spostatelo sulla spianatoia leggermente infarinata e stendetelo con il mattarello sempre mandenendo la forma quadrata. Il quadrato che ne risulterà dovrà essere grande almeno 30 cm per lato
  8. Terminato con il pastello e passati i 10 minuti di riposo in frigo del panetto, prendetelo e mettetelo sopra il pastello a rombo e con il lati liberi del pastello, avvolgete il panetto fino a sigillarlo facendo attenzione a non sovrapporre troppo i lembi
  9. Senza passare per il riposo in frigo, si inizia subito a fare la prima piega: cospargere il piano di lavoro con un po’ di farina e mettetene un pochina anche sopra il vostro impasto, prendete il mattarello e stendetelo solo nel senso davanti a voi. Dovrà risultare un lungo rettangolo. Se gli ancoli si sono rovinati, a mano cercate di ridarvi forma
  10. La prima piega sarà una piega a 3: girate l’impasto di 90° in modo da avere uno dei lembi lunghi verso di voi, individuate la metà del rettangolo, prendete uno dei due lembi corti e ripiegatelo leggermente oltre la metà individuata. Prendete ora l’altro lembo corto e ripiegatelo sopra come se fosse un libro. Guardando il vostro impasto, in prospettiva, divreste vedere le 3 pieghe.
  11. Date una passata leggera di mattarello solo nel verso davanti a voi e riponete l’impasto impacchettato su di un vassoietto in frigo per una mezz’ora
  12. Passati 30 minuti riprendete il vostro impasto, mettetelo sulla spianatoia poco infarinata in modo da avere il lato senza pieghe verso di voi, spolverate leggermente di farina anche l’impasto e iniziate a stenderlo solamente nel verso delle pieghe in modo da continuare ad avere una forma a rettangolo fino ad avere uno spessore di circa 1/2 centimetro
  13. Iniziate a fare la seconda piega: prendete uno dei due lembi corti e piegatelo poco oltre il centro del vostro impasto, prendete l’altro lembo corto e fatelo combaciare al lembo precedentemente piegato (NON SOVRAPPONETELO! Va solo messo vicino all’altro!) e ripigate nuovamente l’impasto su se stesso, come un libro prendendo la parte del primo lembo ripiegato. Guardando il vostro impasto, in prospettiva, dovreste vedere 4 pieghe
  14. Date ora una passata leggera di mattarello solo nel verso davanti a voi e riponete l’impasto impacchettato su di un vassoietto in frigo per una mezz’ora
  15. Passati i 30 minuti ripetete i passaggi dal punto 10 al 14, terminato il punto 14 lasciate riposare in frigo per almeno un’ora prima di utilizzare la pasta sfoglia per quello che vi serve

CONSIGLIO: aggiustate sempre gli ancoli dell’impasto, ne beneficerete in termini di facilità di lavorazione!


Biscotti alla frolla e scaglie di cioccolato, senza… burro, latte e uova

Dopo un tentivo mal riuscito di preparare delle brioches di sfoglia fatta da me… DAVVERO si è rivelato un fiasco totale e qui chedo a voi se conoscete ricette valide, che diano il reale effetto di una pasta sfoglia, mi sono rifugiata in una ricetta a me cara: i biscotti con le scaglie di cioccolato: facili, veloci e sempre buoni!

Zucchero, farina, yogurt, burro vegetale e il gioco è fatto! Basta infornare per 15 minuti e avrete i vostri favolosi cookies fragranti e profumati da gustare con una tazza di tè al pomeriggio, col caffelatte la mattina o con la cioccolata calda come comfort food sul divano, prima di andare a nanna…

… magari avvolti in una bella coperta calda, col gatto che fa le fusa sulla pancia e qualcuno a condividere con voi questo momento di dolcezza…

Biscotti alla frolla e scaglie di cioccolato, senza… burro, latte e uova

INGREDIENTI

  • 200 g di farina 00
  • 75 g di zucchero
  • 125 g di burro vegetale
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 pizzico di sale
  • 1/2 vasetto di yogurt alla soia, gusto a piacere

PROCEDIMENTO

  1. Preriscaldate il forno statico a 180°
  2. In una ciotola capiente versate tutti gli ingredienti secchi e mescolateli con un cucchiaio
  3. Aggiungete ora il burro a tocchetti e lo yogurt e con i ganci dello sbattitore elettrico o a mani nude, impastate il tutto fino a ottenere un composto omogeneo e che non lascia residui sulle mani
  4. Avvolgete l’impasto nella pellicola trasparente e lasciatelo riposare in frigo per almeno 30 minuti
  5. Trascorso il tempo di riposo, ponetelo su una spianatoia e stendetelo grossolanamente con il mattarello
  6. Prendete ora le scaglie di cioccolato fondente, cospargete l’impasto e passate il mattarello energicamente una volta soltanto
  7. Sostate delicatamente l’impasto steso su di un foglio di carta forno e con un bicchiere tagliate la pasta dando forma ai vostri biscotti
  8. Togliete l’eccesso di pasta e se vi serve stendetela nuovamente per fare altri biscotti altrimenti ponetela in feezer avvolta nella pellicola trasparente per un utilizzo successivo
  9. Trascinate ora i vostri biscotti con la carta forno sulla placca da forno e infornate a 180° per 10 -15 minuti

N.B. Passati 10 minuti di cottura, controllate la doratura dei vostri cookies e se vi sembrano ben dorati tiratene fuori uno dal forno e assaggiatelo per controllare se sono già pronti o se necessitano ancora di qualche minuto in forno.

Francesca


Torta alla crema chantilly e brownies, senza… burro, latte e uova

Eccomi qui di nuovo, resuscitata dopo una terribile influenza che mi ha obbligata a letto per qualche giorno oltre che ad abbandonare i miei pasticci!

Ho voluto fare un rientro in grande stile con un dolce degno di una pasticceria. Modestia e scherzi a parte, ho voluto provare a fare la crema chantilly senza uova e latte e devo dire che è stato sorprendentemente semplice!

Ho anche riutilizzato i brownies avanzati da una delle mie ultime ricette et voilà la torta è stata fatta!

Torta alla crema chantilly e brownies, senza… burro, latte e uova

INGREDIENTI

Base

  • Brownies sbriciolati q.b.
  • Burro vegetale q.b.

Crema Chantilly

  • 400 ml di latte di mandorle
  • 25 g di farina 00
  • 60 g di zucchero
  • scorza di un limone non trattato
  • 3 bustine di vanillina
  • 250 ml di panna vegetale da montare
  • 1 pizzico di sale

PROCEDIMENTO

  1. Frantumate con il mixer i brownies (io di solito uso quelli che non vengono mangiati freschi e li lascio indurire)
  2. In un pentolino sciogliete a fuoco dolce il burro vegetale
  3. In una ciotola capiente versate i brownies sbriciolati, lasciandone da parte un po’ e successivamente il burro fuso. Mescolate finché tutto il grattugiato non si è inumidito uniformemente
  4. Spennellate una teglia da 17 con bordo amovibile con la rimanenza di burro fuso della pentola e infarinatela con i brownies sbriciolati tenuti da parte
  5. Versate il composto di burro e briciole nella teglia e aiutandovi con un cucchiaio, appiattite bene la base e rivestite le pareti verticali della teglia con uno strato di impasto.
  6. Ponete in frigo per almeno 30 minuti e nel frattempo preparate la crema chantilly
  7. In una pentola versate la farina setacciata, lo zucchero, la scorza di limone e la vanillina
  8. Accendete il fuoco e versate il latte a filo mescolando con la frusta in modo da non formare grumi
  9. Quando il composto inizia ad andare in ebollizione abbassate il fuoco al minimo e continuate a mescolare con la frusta per 5 minuti
  10. Passati 5 minuti vedrete che la crema si è formata: spegnete il fuoco e coprite la superficie della crema con della carta forno in modo che quando si sarà raffreddata e rimuoverete la carta, rimarrà incollata la pellicola di superficie. Non avrete così problemi con fastidiosi grumi
  11. Nel frattempo preparare la panna montata: versate la panna da montare in una ciotola capiente, mettete un pizzichino di sale e con le fruste elettriche montate la panna. Quando vi sembrerà sufficientemente densa, fate la prova del cucchiaino: se rimante in piedi è pronta!
  12. Aspettare che la crema si sia raffreddata, con una spatola o un cucchiaio incorporate la panna montata con un movimento che va dal basso verso l’alto fino completo assorbimento
  13. Tirate fuori dal frigo la base, versate la crema al suo interno e ponete in freezer per almeno 3 ore
  14. Guarnite a vostro piacimento

CONSIGLIO: per dare una colorazione simile a quella della vera chantilly io ho aggiunto qualche goccia di colorante giallo per alimenti ma si può anche usare un pizzico di zafferano.


Cupcakes al limone e profumo mandorle, senza… burro, latte e uova

I cupcakes di oggi sono freschi e un po’ disordinati perchè li ho dovuti fare in fretta e furia, avevo un impegno improrogabile e mi sono dovuta accontentare del risultato! In ogni caso, non saranno bellissimi ma di sicuro sono buonissimi!

Del fresco limone per dargli sapore e una delicata mandorla per dargli profumo e tra tortina e frosting, devo dire che sono rimasta molto soddisfatta del gusto che mi hanno lasciato in bocca.

Il colore che gli ho dato è proprio per indurre visivamente a pensare che il frosting fosse di cioccolato… e invece sa di dolci mandorle!

Cupcakes al limone e mandorle, senza… burro, latte e uova

INGREDIENTI

Cupcakes

  • 60 g di avocado
  • 130 g di zucchero
  • 2 vasetti di yogurt di soia al limone
  • 1/2 bustina di vanillina
  • scorza di 1 limone
  • 190 g di farina tipo 00
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1/4 cucchiaino di sale
  • 60 ml di latte di soia

Frosting

  • 230 g di burro vegetale ammorbidito
  • 100 g di zucchero a velo
  • 1/2 fialetta di aroma alla mandorla
  • 4/5 cucchiai di panna di soia da montare
  • granelle decorative q.b.

PROCEDIMENTO

Cupcakes

  1. Preriscaldate il forno a 180°
  2. In un’ampia ciotola montate ad alta velocità l’avocado con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso
  3. Aggiungete gli yogurt, uno alla volta, continuando a sbattere a media velocità l’impasto, unite la vanillina
  4. In una ciotola a parte mettete la farina setacciata e mescolata alla scorza del limone e al sale
  5. All’impasto di burro aggiungere la farina e il latte alternandoli in tre riprese, iniziando e finendo con la farina e abbassando al minimo la velocità delle fruste;
  6. Per ultimo aggiungete il rievito al vostro impasto fino a completo assorbimento
  7. Riempite i pirottini uniformemente e infornate per 20 – 25 minuti

Frosting

  1. Mentre si cucinano i cupcakes sbattete il burro vegetale ammorbidito a velocità media, fino a farlo diventare morbido e cremoso
  2. Continuando a sbattere, aggiungete poco alla volta lo zucchero a velo
  3. Versate poi l’aroma di mandorla e sbattete fino a completo assorbimento
  4. Aggiungete la panna di soia da montare, un cucchiaio alla volta, fino ad ottenere la consistenza desiderata
  5. Una volta che i cupcakes si saranno raffreddati, versate il frosting all’interno di una sacca da pasticcere e guarniteli a vostro piacimento e cospargeteli con le granelle che più vi piacciono

N.B. Se vedete che i cupcakes raggiungono una bella colorazione dorata e non si sono raggiunti i 25 minuti di cottura, fate la prova dello stecchino per verificare se sono cotti anche internamente ma fate attenzione di non aprire mai il forno prima dei 20 minuti di cottura: rischiate che la lievitazione “imploda”.

CONSIGLIO: raccomando di non guarnire i cupcakes prima del completo raffreddamento perchè rischiate che il frosting, col calore, sciolga i grassi che lo compongono e diventi troppo morbido!

Francesca


Brownies, senza… burro, latte e uova

Facili, veloci e buonissimi: i brownies. Una tipicità anglosassone piena di cioccolato fondente che, nei giorni stressanti diventano il perfetto comfort food, grazie alla loro morbidezza e dolcezza.

Ne esistono di ogni genere, con farciture altrettanto fantasiose e gustose ma io ho voluto adattare la ricetta originale.

Questa ricetta infatti arriva da un libro fantastico sulle specialità che si possono assaggiare nella mia adorata New York City, regalatomi tanti anni fa da mio marito, allora fidanzato.

Credo si tratti del regalo che mi è entrato più nel cuore tra tutti quelli che mi ha fatto!

Brownies, senza… burro, latte e uova

INGREDIENTI

  • 150 g di farina 0
  • 25 g di cacao in polvere
  • 325 g di cioccolato fondente
  • 125 g di burro vegetale
  • 60 g di olio di semi
  • 265 g di zucchero di canna grezzo
  • 1/2 bustina di vanillina
  • 2,5 vasetti di yogurt di soia alla vanilla
  • 1 pizzico di sale
  • 10 g di cioccolato fondente a pezzettini

PROCEDIMENTO

  1. Preriscaldate il forno statico a 180°
  2. Sciogliete il burro con il cioccolato e il cacao in polvere a bagnomaria
  3. In una ciotola capiente sbattere alla velocità massima con le fruste elettriche o con la planetaria, per alcuni minuti, l’olio, lo zucchero di canna, la vanillina e lo yogurt.
  4. Mescolate a parte gli ingredienti secchi rimanenti: la farina e il sale e aggiungerli poco alla volta alla preparazione liquida che abbiamo sbattuto, con le fruste a bassa velocità
  5. Per ultimi versate il cioccolato e il burro fusi e i pezzettini di cioccolato
  6. Spennellate con olio di semi e infarinate una teglia quadrata da 24 oppure spruzzatela con spay staccante alimentare
  7. Versate il vostro impasto e con una mano bagnata distribuite il più uniformemente possibile e lisciate la supreficie del composto
  8. Infornate per 35 minuti circa

N.B. Ho evidenziato e sottolineato di proposito il dettaglio chiave della mano bagnata! Questo perchè ho provato io stessa a utilizzare una spatola e l’impasto si attaccava, mentre, con la mano bagnata, non si incollava e scivolava bene appiattendosi e lisciandosi.

CONSIGLIO: come per tutti i dolci al cioccolato, è difficile visivamente valutarne l’effettivo stato della cottura pertanto io consiglio sempre, dopo i primi 20 minuti in forno, di fare la prova dello stecchino. Altri trucchi per valutare se può essere sfornato sono, nel caso dei brownies: la superficie lucida, le spaccature in superficie deve essere abbastanza sodo al tatto, detto che, nei miei esperimenti, l’unico affidabile è stato il mio amato stecchino!


Tortine romantiche alle fragole e cioccolato, senza… burro, latte e uova

A chi non è mai capitato di organizzare una cena a casa propria per un tête-à-tête romantico? Sarò anche all’antica ma a me è capitato l’occasione mi si è riproposta svariate volte poi anche durante il lungo periodo di fidanzamente con mio marito che si è trovato, tra le altre cose, a farmi da cavia nei miei numerosissimi esperimenti culinari, cadendo, ahimé, vittima anche dei miei vari insuccessi!

Una delle mie ricette meglio riuscite però sono proprio queste romanticissime tortine a forma di rosellina guarnite con un frosting allo spalmabile di soia e fragole: belli ma soprattutto buoni!

Neache a dirlo, poi, mi ha sposata!

Tortine romantiche alle fragole e cioccolato, senza… burro, latte e uova

INGREDIENTI

Tortine

  • 200 g di fragole
  • 65 g di avocado
  • 1 vasetto di yogurt di soia alla fragola
  • 80 g di cioccolato fondente
  • 120 g di farina 00
  • 2 cucchiai di latte di mandorla
  • 125 g di zucchero
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 bustina di lievito vanillato

Guarnizione

  • 125 g di spalmabile alla soia a temperatura ambiente
  • 25 g di burro vegetale a tempertura ambiente
  • 1/2 cucchiaio di vanillina
  • 25 g di zucchero a velo

PROCEDIMENTO

Tortine

  1. Per prima cosa mondate le fragole, tagliatele come più vi piace e mettetele da parte
  2. Preriscaldate il forno statico a 180°
  3. Battere con delle fruste fruste elettriche, alla massi ma velocità, il burro con zucchero affinché diventi spumoso
  4. Aggiungete lo yogurt e mescolate fino a quando sarà tutto omogeneo
  5. Versate la farina e il latte alternandoli, iniziando e terminando con la farina e continuando a mescolare con la frusta a media velocità
  6. Per ultimo aggiungete il lievito vanillato e le fragole (tenetene un po’ da parte per la guarnizione) mescolando delicatamente
  7. Riempite gli stampini, non oltre la metà, io li a forma di rosellina ma potete usare anche i classici pirottini convertendoli così a cupcake e infornate per 25 minuti circa

N.B. passati i primi 20 minuti di cottura controllate la doratura delle tortine e se sono ben dorate, fate la prova dello stecchino: se esce intonso è ora di sforare!

Guarnizione

  1. Sbattete con le fruste elettriche ad alta velocità il burro e lo zucchero a velo fino a ottenere una cremina
  2. Abbassando la velocità della frusta aggiungete lo spalmabile e la vanillina fino ad amalgamare bene tutto
  3. Coprite la ciotola con la pellicola per alimenti e lasciate riposare in frigo per almeno 20 minuti
  4. Con una spatola o una tasca da pasticcere guarnite le vostre tortine a piacimento aggiungendo i pezzettini di fragola tenuti da parte precedentemente

Torta al cioccolato, senza… burro, latte e uova

La mitica torta al cioccolato, a chi non piace? Ultimamente, andando a fare la spesa, ho notato che hanno ampliato il reparto dei cioccolati e hanno aggiunto, per davvero, una marea di varianti: al latte di tutti i tipi e marche, fondenti a tutte le percentuali possibili ma anche aromatizzati farciti di ogni cosa possibilmente immaginabile. Ovviamente ho riempito il carrello con quelle che più mi ispiravano.

Nel preparare le torte al cioccolato, col tempo, ho imparato che, personalmente, preferisco utilizzare il cioccolato fuso alla polvere di cioccolato, la torta infatti risulta meno asciutta e più intensa nel sapore.

Frugando in dispensa, per trovare una bella guarnizione, ho trovato delle stupende granelle di zucchere argento e oro del LIDL che, a mio avviso, col fondo scuro della torta, ci stavano proprio a meraviglia!

Torta al cioccolato, senza… burro, latte e uova

INGREDIENTI

  • 300 g di farina 00
  • 1 yogurt di soia alla vanilla
  • 100 g di zucchero
  • 6 cucchiai di fecola di patate
  • 6 cucchiai di acqua
  • 50 ml di olio di semi
  • 1 tavoletta di cioccolato fondente
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • granelle decorative q.b.

PROCEDIMENTO

  1. Preriscaldate il forno statico a 180°
  2. In una ciotola capiente versate lo yogurt, l’olio e lo zucchero e con le fruste elettriche o la planetaria, a media velocità, mescolate fino a ottenere un composto omogeneo
  3. In una ciotolina a parte sbattere a mano la fecola di patate e l’acqua finchè non ci saranno più grumi
  4. Versate l’impastino di fecola e acqua nella ciotola dello yogurt e dello zucchero e mescolate a media velocità finché i due impasti non si saranno amalgamati bene
  5. Lasciate da parte l’impasto e fondete a bagnomaria la tavoletta di cioccolato fondente, una volta fuso il cioccolato completamente versatelo nella ciotola dell’impasto e riprendete a mescolare a media velocità fino ad ottenere il composto di colore omogeneo
  6. Aggiungete ora la vanillina, sempre mescolando, fino a farla assorbire completamente e successivamente versate la farina poco alla volta
  7. Quando l’impasto sarà omogeneo versate il lievito e fate assorbire
  8. Spennellate una teglia da 24 con dell’olio di semi e infarinatela oppure spruzzatela con dello spray staccante alimentare e versate il vostro impasto
  9. Infornate per 35 – 40 minuti
  10. Una volta cotta aspettate che intiepidisca e guarnite con granelle coloratissime o brillanti a piacere

N.B. Passati 35 minui fate la prova dello stecchino per vedere lo stato della cottura interna della torta: essendo al cioccolato non ci si accorge della doratura.

CONSIGLIO: più colorate o brillanti saranno le granelle per guarnire la torta, più faranno contrasto col suo colore scuro. Il risultato sarà davvero bellissimo!


Cupcakes alla vanilla, senza… burro, latte e uova

Cupcakes I love you! Chi non ama gli americanissimi, bellissimi e dolcissimi cupcakes? Queste tortine monoporzione super colorate hanno conquistato il mondo intero e neanche a dirlo, anche la sottoscritta!

Bisogna dire che ormai li si trova in qualsiasi pasticceria italiana, di ricette poi ce ne sono a bizzeffe sul web, tuttavia devo ammettere che qui, come quelli che si trovano nella loro terra d’origine: gli Stati Uniti o comunque i paesi anglosassoni, non ce ne sono. Tutti sono assolutamente molto buoni, quelli che si trovano da noi, ma non a livello e soprattutto le consistenze non sono le stesse, né del cupcake in sé, né del frosting.

Le caratteristtiche principali di questi dolcetti favolosi sono la morbidezza dell’impasto: quando si addenta sembra una nuvola e la leggerezza del frosting, nonstante la sua composizione sia davvero molto grassa, la sensazione che si ha in bocca è quella di una cremina quasi impalpabile che si fonde alla perfezione con la croccantezza delle granelle.

Dopo essermi dilungata in filosofeggiamenti, condivido con voi la mia ricetta senza… burro, latte e uova che, a mio avviso, più si avvicina a quelli che ho avuto la fortuna di assaggiare negli epici USA!

Cupcakes alla vanilla, senza… burro, latte e uova

INGREDIENTI

Cupcakes

  • 60 g di avocado
  • 130 g di zucchero
  • 2 vasetti di yogurt di soia alla vanilla
  • 1 bustina di vanillina
  • scorza di 1 limone
  • 190 g di farina tipo 00
  • 1 bustina di lievito vanigliato in polvere
  • 1/4 cucchiaino di sale
  • 60 ml di latte di soia

Frosting

  • 230 g di burro vegetale ammorbidito
  • 100 g di zucchero a velo
  • 1 bustina di vanillina
  • 4/5 cucchiai di panna di soia da montare
  • granelle decorative q.b.

PROCEDIMENTO

Cupcakes

  1. Preriscaldate il forno a 180°
  2. In un’ampia ciotola montate ad alta velocità l’avocado con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso
  3. Aggiungete gli yogurt, uno alla volta, continuando a sbattere a media velocità l’impasto, unite la vanillina
  4. In una ciotola a parte mettete la farina setacciata e mescolata alla scorza del limone e al sale
  5. All’impasto di burro aggiungere la farina e il latte alternandoli in tre riprese, iniziando e finendo con la farina e abbassando al minimo la velocità delle fruste;
  6. Per ultimo aggiungete il rievito al vostro impasto fino a completo assorbimento
  7. Riempite i pirottini uniformemente e infornate per 20 – 25 minuti

Frosting

  1. Mentre si cucinano i cupcakes sbattete il burro vegetale ammorbidito a velocità media, fino a farlo diventare morbido e cremoso
  2. Continuando a sbattere, aggiungete poco alla volta lo zucchero a velo
  3. Versate poi la vanillina e sbattete fino a completo assorbimento
  4. Aggiungete la panna di soia da montare, un cucchiaio alla volta, fino ad ottenere la consistenza desiderata
  5. Una volta che i cupcakes si saranno raffreddati, versate il frosting all’interno di una sacca da pasticcere e guarniteli a vostro piacimento e metteteci sosopra le granelle che più vi piacciono

N.B. Se vedete che i cupcakes raggiungono una bella colorazione dorata e non si sono raggiunti i 25 minuti di cottura, fare la prova dello stecchino per verificare se sono cotti anche internamente ma fate attenzione di non aprire mai il forno prima dei 20 minuti di cottura: rischiate che la lievitazione “imploda”

CONSIGLIO: raccomando di non guarnire i cupcakes prima del completo raffreddamento perchè rischiate che il frosting, col calore, sciolga i grassi che lo compongano e diventi troppo morbido!

Francesca


Ciambella alla banana al profumo di cocco, senza… burro, latte e uova

Banana e cocco! Cosa c’è di più tropicale di questi due frutti? Freschi sapori che in estate ci aiutano ad affrontare il caldo torrido e afoso della città e succosi accompagnamenti ai cocktail vacanzieri.

Essendo io un’accanita amante dell’inverno, in un raro pomeriggio di nostalgia estiva, mi sono messa a sperimentare una ricetta che armonizzasse i sapori tropicali abbinati ad un dolce da colazione, per me invernale: la ciambella da inzuppare nel latte!

Il risultato? Scopritelo voi!

Ciambella alla banana al profumo di cocco, senza… burro, latte e uova

INGREDIENTI

  • 1 banana
  • 180 g di zucchero
  • 6 cucchiai di fecola di patate
  • 6 cucchiai di acqua
  • 1 vasetto (125 g) di yogurt al cocco
  • 1 vasetto (125 ml) di olio di semi
  • 115 g di farina 00
  • 115 g di farina integrale
  • 1 bustina di lievito vanillato per dolci

PROCEDIMENTO

  1. Preriscaldate il forno a 180°
  2. Sbucciate la banana e su un piattino schicciatela con la forchetta e metterla da parte
  3. In una ciotolina sbattere conuna frusta a mano la fecola di patate con l’acqua in modo che non ci siano grumi
  4. In una ciotola capiente, versare lo zucchero e il composto di fecola e acqua e sbattere alla velocità più alta, con lo sbattitore elettrico o con la planetaria, fino ad ottenere un impasto chiaro e spumoso
  5. Aggiungete lo yogurt di soia al cocco e mescolate ad una velocità più moderata fino a completa amalmagamazione
  6. Aggiungete l’olio di semi e mescolare di nuovo a velocità moderata.
  7. Versare la banana precedentemente schiacciata e mescolare
  8. In una ciotola a parte setacciate la farina 00 con la farina integrale e aggiungete all’impasto nella planetaria, poco alla volta, continuando a mescolare a bassa velocità.
  9. Per ultimo aggiungere il lievito per dolci e amlagmare fino a completo assorbimento
  10. Spennellate con l’olio di semi e infarinate una teglia col buco oppure spruzzate la con dello spray staccante alimentare, versate quindi l’impasto nello stampo e infornate a 180° per 40-45 minuti.

N.B. Dopo 30 minuti, se vedete che la ciambella risulta già dorata, fate la prova dello stecchino per controllare la cottura interna e se risulta già senza residui, sfornate la vosrta torta!

CONSIGLIO: se volete che il dolce sia tutto altro uguale e non abbia la classica forma “a collinetta” avvolgete intorno allo stampo una Wilton Bake Even Strip imbevuta d’acqua. In questo modo la cottura dei bordi esterni della ciambella rallenteranno e lieviteranno assieme alla parte più intena.

Francesca