Torta di compleanno a modo mio, senza… burro, latte e uova

Come ve le sognate voi le torte di compleanno? Io ho sempre adorato quelle che si vedono sui cartoni animati ricoperte di creme e granelle colorate con tutte le candeline sopra. La famosissima Christina Tosi ha una sua specialità che propone nei suo rinomatissimi Milk Bar e l’ha chiamata per l’appunto “Birthday cake” ed è davvero meravigliosa! Fatevi un giro sul link!

C’è scritto molto su come prepararla ma non ho trovato purtroppo le dosi esatte, così ne ho fatta una “a modo mio” e il risultato non è stato niente male!

L’ho preparata per il compleanno di mio marito e il suo sguardo di sorpresa e appagamento all’assaggio mi ha ripagata di tutto il gran lavoro!

Torta di compleanno a modo mio, senza… burro, latte e uova

INGREDIENTI

  • 270 g di farina 00
  • 1,5 cucchiaino di lievito vanillato per dolci
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • una presa di sale
  • 130 g di burro vegetale a temperatura ambiente
  • 270 g di zucchero semolato
  • 200 g di yogurt di soia (2 vasetti)
  • 1 bustina di vanillina
  • 140 g di panna vegetale a temperatura ambiente
  • 140 ml di latte vegetale a temperatura ambiente

Bagna

  • 200 ml di latte vegetale
  • 1 bustina di vanillina

Frosting

PREPARAZIONE

  1. Preriscaldate il forno a 180° e rivestite 4 teglie da dolce da 18 cm con della carta forno. Se non ne avete 4, farete 4 infornate dividendo uniformemente l’impasto utilizzando la stessa teglia
  2. Mescolate con una frusta la farina, il lievito, il bicarbonato di sodio, la vanillina, il sale e mettete da parte
  3. Con le fruste elettriche o una planetaria dotata di gancio a foglia, sbrattete il burro ad alta velocità finchè diventa una cremina per circa 1 minuto. Aggiungete ora lo zucchero e sbattete di nuovo ad alta velocità per circa 2 minuti finchè sarà incorporato. Aggiungete lo yogurt e sbattete a medio-alta velocità fino a completo assorbimento e poi aggiungete la panna vegetale. A bassa velocità aggiungete gli ingredienti secchi finchè il composto diventa omogeneo. Sempre a bassa velocità versate il latte vegetale fino a farlo incorporare. Date una mescoltata con una frusta a mano per togliere eventuali grumi.
  4. Versate il vostro impasto in parti uguali nelle teglie da dolce e infornate per circa 20 minuti, fate poi la prova dello stecchino e se esce pulito, sfornate. Lasciate completamente raffreddare le teglie su di una gratella
  5. Nel frattempo preparate il frosting al burro vegetale e vanilla e la bagna sbattendo con una frusta a mano il latte vegetale e la vanillina
  6. Con un coltello molto affilato, tagliate un sottilissimo strato dalla cima delle vostre 3 torte in modo da creare un superficie piatta. Posizionate una delle torte sul vostro piatto da portata, con un pennello da cucina spennellate con una dose generosa di bagna la superficie e ricoprite i modo uniforme con 100 g di frosting. Appoggiatevi sopra la seconda torta e di nuovo spennellate con una dose generosa di bagna e ricoprite uniformemente con altri 100 g di frosting. Di nuovo appoggiate sopra la terza torta, spennellate con una dose generosa di bagna e ricoprite uniformemente con altri 100 g di frosting. Prendete finalmente l’ultima torta e posizionatela sopra, spennellate con una dose generosa di bagna e decoratela con il frosting rimanente con una tasca da pasticcere o a vostro piacimento. Cospargete con granelle a piacere.
  7. Ponete in frigo per almeno 30 minuti

CONSIGLIO: Conservate quello che ne rimane in frigo, coperto da pellicola trasparente per un massimo di 5 giorni.


Barrette crumble ai mirtilli rossi, uvetta e mandorle, senza… burro, latte e uova

A chi non piace la crumble pie? Io ne divento matta! Purtroppo è un dolce un po’ pesantino pertanto non lo consiglio per un uso regolare ma quelle 3/4 volte l’anno per togliersi lo sfizio, bisogna proprio prepararselo e mangiarselo di gusto!

Ho trovato navigando qua e là questa ricetta, che non è la classica crumble pie ma sono delle barrette o quadrotti e che ho ovviamente poi riadattato senza burro, latte e uova ed è venuta… UNA BOMBA! Sia di bontà che (ahimè!) caloricamente parlando.

Si tratta di una ricetta davvero semplice da realizzare, provatela e godetevi il fantastico risultato!

Barrette crumble ai mirtilli rossi, uvetta e mandorle, senza… burro, latte e uova

INGREDIENTI

  • 380 g di farina mille usi
  • 200 g di zucchero semolato
  • 1 cucchiaino di lievito in polvere vanillato
  • 1 presa di sale
  • 1 cucchiaino di cannella
  • 230 g di burro vegetale da frigo a dadini
  • 125 g di yogurt di soia
  • 60 ml di latte vegetale
  • 1 bustina di vanillina
  • 30 g di mandorle spezzettate

Ripieno ai mirtilli

  • 100 g di mirtilli rossi essiccati
  • 100 g di uvetta
  • 150 g di zucchero semolato
  • 1 cucchiaio di amido di mais
  • 2 cucchiaini di scorza di arancia
  • succo di arancia da spremuta di 0,5 arance

Glassa

  • spremuta di arancia da 1,5 arance
  • 250 g di zucchero a velo vanillato

PROCEDIMENTO

  1. Preriscaldate il forno a 180° e mettete in ammollo il cranberry e l’uvetta in modo da farli ammorbidire
  2. Mescoltate la farina, lo zucchero, il lievito, il sale e la cannella in un’ampia ciotola, aggiungete poi il burro a cubetti e con 2 forchette o un mixer impastate finchè non sembrerà sbriciolata
  3. Sbattete in una ciotolina a parte lo yogurt e il latte e versate sopra l’impasto di burro e farina e mescolate delicatamente finche non si sarà inumidito e avrà l’aspetto della sabbia umida sbriciolata
  4. Tiratene da parte 200 g circa, versate quello che rimane su di una placca da forno da 30×20 cm rivestita di carta forno e appiattite con la mano inumidita o con una spatola di metallo e lasciate da parte. Anche se non risulterà del tutto omogenea, va benissimo
  5. Scolate e strizzate l’uvetta e i mirtilli rossi e mescolateli allo zucchero, all’amido, alla scorza e al succo d’arancia e cospargete sopra la base preparata. Prendete ora l’impasto sbriciolato tenuto da parte in precedenza e cospargetelo sopra l’uvetta e il cranberry e per ultimo cospargete con le mandorle
  6. Infornate per 40 – 50 minuti o finché la superficie non sarà leggermente dorata e uno stecchino uscirà dall’impasto per la maggiorparte pulito, per capirci: con qualche granellino attaccato. Il mio ci ha impiegato 40 minuti ma voi attenetevi alle indicazioni
  7. Sfornate e lasciate raffreddare la placca su di una gratella per circa un’ora. Potete continuare ad aspettare che si raffreddi a temperatura ambiente oppure potrete mettere la placca in frigo per velocizzare
  8. Nel frattempo sbattete la spemuta d’arancia insieme allo zucchero a velo vanillato. Se la consistenza vi sembra troppo fissa aggiungete spremuta d’arancia o, in caso contrario, aggiungete un cucchiaio di zucchero a velo alla volta fino a trovare la consistenza che desiderate. Versate sopra il crumble raffreddato e mettete di nuovo in frigo per almeno mezz’oretta
  9. Tirate fuori dal frigo e tagliate a quadrotti

CONSIGLIO: conservate le barrette a temperatura ambiente per un massimo di 2 giorni oppure in frigo fino a una settimana.

Francesca


Biscotti agli avanzi di pasta frolla, senza… burro, latte e uova

Non so voi ma io sono della scuola che se avanzo un pezzettino di pasta frolla, lo conservo in freezer. Faccio così ogni volta che preparo qualcosa con questa base. Finisce che continuando a mettere in freezer me ne ritrovo poi un discreto quantitativo che reimpasto tutto insieme e preparo dei deliziosi biscottoni.

Oggi sono arrivata ad un quantitativo sufficiente e mi sono messa a preparali con: un avanzo di pasta frolla base, un avanzo con scaglie di cioccolato fondente e un altro avanzo con mirtilli rossi essiccati. BUONISSIMI!

Provate anche voi e avrete periodicamente biscotti sempre diversi e originali!

Biscotti agli avanzi di pasta frolla, senza… burro, latte e uova

INGREDIENTI

  • Avanzi di pasta frolla da altre preparazioni
  • Pasta frolla se non avete avanzi
  • Aromi a piacere

PREPARAZIONE

  1. Scongelate a temperatura ambiente gli avanzi degli impasti
  2. Preriscaldate il forno a 180°
  3. Spolverizzate di farina il piano di lavoro e anche le mani e iniziate a reimpastare i vostri avanzi tutti insieme
  4. Una volta ottenuto un impasto omogeneo create con la frolla un lungo serpentone del diametro di 1,5 cm e tagliatelo a intervalli di almeno 10 cm
  5. Create delle ciambelline e mettetele su di una placca da forno ricoperta di carta cerata o spruzzata con spray staccante alimentare
  6. Infornate a 180° per 15 minuti e una volta terminato il tempo di cottura sfornate a lasciate raffreddare per almeno 5 minuti

CONSIGLIO: conservateli in una scatola di latta o in un barattolo in vetro per biscotti a temperatura ambiente per un massimo di 7 giorni.

Francesca


Banana muffins, facili e veloci, senza… burro, latte e uova

Dopo il fine settimana in famiglia mi sono potuta dedicare di nuovo ai miei dolcetti! Avevo 3 banane mature da utilizzare prima che arrivassero ad essere buttate via (SACRILEGIO!) e dovevo dare la merenda ai miei bambini al risveglio dal pisolino e mi sono venuti in mente questi buonissimi muffins alla banana un po’ speziati.

Sono semplicissimi da preparare e veloci da cucinare e hanno una sapore che esplode in bocca a prova di bambino! Questa è inoltre una ricetta molto utile per risolvere in velocità situazioni nelle quali si hanno ospiti inaspettati nel giro di un’ora e non si ha nulla di prondo da offire.

Provare per credere la velocità e la semplicità di questi delziosi muffins alla banana!

Banana muffins, facili e veloci, senza… burro, latte e uova

INGREDIENTI

  • 200 g di farina mille usi o farina intgrale
  • 1 cucchiaino di lievito vanillato per dolci
  • 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • 1 presa di sale
  • 1 cucchiaino di cannella
  • 1/4 di cucchiaino di noce moscata
  • 3 banane mature
  • 85 g di burro vegetale
  • 135 g di zucchero di canna
  • 125 g di yogurt di soia (1 vasetto)
  • 1 bustina di vanillina
  • 2 cucchiai di latte vegetale

PROCEDIMENTO

  1. Preriscaldate il forno a 220° e spruzzate una teglia da muffins con dello spay staccante alimentare oppure utilizzate dei pirottini
  2. Mescolare la farinza, il lievito, il bicarbonato di sodio, il sale, la cannella e la noce moscata in una ciotola di medie dimensioni. Lasciate da parte. In una ciotola dai bordi alti o in quella della planetaria dotata di gancio a foglia, sbattete a media velocità le banane e poi aggiungete il burro, lo zucchero di canna, lo yogurt, la vanillina e il latte vegetale. Versate o re gli ingredienti secchi preparati in precedenza e sbattete fino a completo assorbimento.
  3. Versate il composto nella placca da muffins precedentemente spruzzata o unta e infarinata onei pirottini fino all’orlo. Infornate per 5 minuti a 220° e poi senza togliere i muffins dal forno, abbassate la temperatura a 180°. Cucinateli per altri 15 – 18 minuti o finchè, facendo la prova dello stecchino, non esce pulito dal centro del muffin. Lasciateli raffreddare nella placca per 5 minuti e dopo trasferiteli su di una gratella per continuare a raffreddarsi.
  4. Conservateli sotto una campana di vetro a temperatura ambiente e se non l’avete, a forno chiuso e spento per un massimo di 3 giorni oppure in freezer fino ad una settimana.

Francesca


Crostatine di riso, senza… burro, latte e uova

Da piccolina ne andavo pazza, mio figlio le adora e in pasticceria se non trovo altro che mi attiri e ho voglia di fare uno strappo alla regola, ci casco spesso e volentieri! La crostatina di riso per me è la tortina dei bambini, con il riso, la pasticcera e la frolla, non può non piacere!

Ho voluto provare a replicarla a casa senza burro, latte e uova e devo dire che non è stato poi così difficile!

L’unico errore che ho fatto, ahimè, è stato non ungere e infarinare gli stampini. Che dilettante!!!

Tortine di riso, senza… burro, latte e uova

INGREDIENTI

Base crostatine

Farcitura

Crema al riso

  • 500 ml di latte vegetale
  • 70 g di riso
  • 125 g di burro vegetale
  • 50 g di zucchero semolato
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 stecca di cannella

Crama pasticcera

  • 250 ml di latte vegetale
  • 20 g di amido di mais
  • 50 g di zucchero
  • scorza di mezzo limone non trattato
  • 2 bustine di vanillina
  • 1 pizzico di sale

Aggiunte

  • 125 g di yogurt alla soia

PROCEDIMENTO

Crema al riso

  1. In una pentola dal bordo alto mettete: il riso, il latte vegetale, il burro vegetale, lo zucchero, il sale e la stecca di cannella
  2. Accendete il fuoco e fate cuocere finoche il latte non sarà quasi del tutto assorbito
  3. Spegnete poi il fuoco e lasciate raffreddare per almeno 2 ore

Crema Pasticcera

  1. In una pentola versate l’amido di mais, lo zucchero, la scorza di limone e la vanillina
  2. Accendete il fuoco e versate il latte a filo mescolando con la frusta in modo da non formare grumi
  3. Quando il composto inizia ad andare in ebollizione abbassate il fuoco al minimo e continuate a mescolare con la frusta finchè non otterrete una consistenza abbastanza cremosa
  4. Spegnete il fuoco e coprite la superficie della crema con della carta forno in modo che quando si sarà raffreddata e rimuoverete la carta, rimarrà incollata la pellicola di superficie. Non avrete così problemi con fastidiosi grumi
  5. Lasciate raffreddare anche questa per almeno 1 ora

Composizione

  1. Preriscaldate il forno statico a 180°
  2. Mescolate la crema di riso con la crema pasticcera, aggiungeteci lo yogurt e mescolate bene
  3. Prendete la pasta frolla e stendetela fino ad avere un’altezza di 3 mm, rivestite poi i vostri stampini monoporzione unti e infarinati
  4. Riempiteli di crema e infornate per 15 minuti sul ripiano più basso del forno
  5. Trascorso il tempo di cottura sfornate e lasciate raffreddare
  6. Toglieteli dagli stampini e godetevi la bontà

Francesca


Impasto base: la pasta frolla

Biscotti, crostate, aromatizzata al cioccolato, nocciole, uvetta e chi più ne ha, più ne metta! La pasta frolla è unica e ha mille reimpieghi, eccovi la ricetta senza burro, latte e uova che mi ha conquistata dopo 100 esperimenti!

Impasto base: la pasta frolla

INGREDIENTI

  • 250 g di farina 00
  • 125 g di zucchero
  • 30 g di olio extravergine di oliva
  • 30 g di olio di semi
  • 60 g di acqua
  • la buccia di un’arancia grattugiata
  • la buccia di un limone grattugiata
  • 1 cucchiaio di estratto di vanilla in bacca
  • 8 g di lievito per dolci

PROCEDIMENTO

  1. In una ciotola capiente grattugiate le bucce del limone e dell’arancia e aggiungete l’estratto di vanilla, lo zucchero, l’olio di oliva e di semi e l’acqua
  2. Mescolare bene aiutandovi con un cucchiaio
  3. In una ciotola a parte mescolate la farina e il lievito e versateli nella ciotola dell’altro impasto in una sola volta
  4. Impastate con le mani fino a quando il composto sarà abbastanza omogeneo e lavorabile
  5. Una volta che la pasta sarà omogenea fatene una palla e se dovesse essere ancora collosa, infarinatevi le mani, formate la palla in velocità, avvolgetela nella pellicola trasparente e riponetela in frigo per almeno un’ora
  6. Utilizzatela per i vostri dolci!

Francesca


Torta al cioccolato agli smarties, senza… burro, latte e uova

Appena ho pubblicato questo post sulla pagina Instagram, mi hanno fatto subito l’appunto che gli smarties contengono il burro e il cioccolato al latte e se per caso passerete di là vedrete che la mia risposta è stata: “certo! Ma sono una decorazione che si può anche fare a meno di mettere! 😄”. Vero, tuttavia in commercio si trova ormai abbondantemente la versione vegana di questi buonissimi confetti colorati e non fa assolutamente sentire la mancanza di quelli originali. Vi condivido un paio di link dove potrete acquistarli online altrimenti fate un salto al supermercato vegano/biologico di fiducia e non fate altro che chiedere ai commessi.

Tornando alla nostra torta invece… il periodo di carnevale è di solito ricco di feste per i bambini e se avete bisogno di uno spunto per una torta sana e golosa ve ne dò uno io: senza burro, senza latte e senza uova, piena zeppa di cioccolato e… coloratissima!

Che dite? piacerà ai bambini? I miei quando l’hanno vista sono impazziti!

Torta al cioccolato agli smarties, senza… burro, latte e uova

INGREDIENTI

Dolce

  • 400 g di farina 00
  • 260 g di zucchero integrale di canna
  • 300 g di spalmabile alla soia
  • 160 ml di olio di semi
  • 300 g yogurt alla soia
  • 1 bustina di vanillina
  • 80 g di gocce di cioccolato fondente
  • 50 g di cacao amaro in polvere
  • 1 bustina di lievito vanillato per dolci
  • 1 pizzico di sale

Decorazione

  • 110 g di cioccolato fondente extra
  • 80 g di burro vegetale
  • 1 cucchiaino di miele fluido
  • smarties vegani

PREPARAZIONE

  1. Preriscaldate il forno 180°
  2. In una ciotola capiente o in quella della planetaria, sbattete ad alta velocità gli yogurt, lo zucchero, il sale e la vanillina fino ad ottenere un composto omogeneo e spumoso
  3. Abbassate a media velocità le fruste, aggiungete l’olio a filo e una volta incorporato del tutto aggiungete lo spalmabile alla soia
  4. Abbassate nuovamente la velocità delle fruste mettendole al minimo e unite la farina, il lievito e il cacao in polvere setacciati
  5. Infarinate le gocce di cioccolato e aggiungetele mescolando grossolanamente con una spatola
  6. Ungete con dell’olio di semi e infarinate uno stampo da bundt da 24 oppure spruzzatelo con dello spray staccante alimentare, versateci il vostro composto e infornate per circa 45 minuti
  7. Trascorso il tempo di cottura fate la prova dello stecchino per verificare la cottura
  8. Sfornate, lasciate raffreddare e poi spolverizzare con del cacao amaro
  9. Fondete ora il cioccolato fondente a bagnomaria con il burro vegetale e il miele mescolando con una frusta fino a ottenere un composto liscio e lucido e lasciatelo raffreddare un pochino finche non diventa leggermente più denso
  10. Rovesciate ora il dolce su di una gratella, glassate e decorate congli smarties
  11. Prima di servire attendete che si sia asciugato

Francesca


Bundt cake al cioccolato, whisky e melagrana, senza… burro, latte e uova

Ieri mattina sono dovuta andare all’Ipercoop per fare delle spese dell’ultimo minuto e come al mio solito sono andata a prendermi i FANTASTICI mensili”fiorfiore in Cucina” di gennaio e febbraio, li raccolgo dal 2014 e sono veramente stupendi, ricchi di favolose ricette dolci e salate ma non solo.

Nel numero di gennaio ho trovato un primo favoloso, che infatti ho subito proposto a mio marito mentre in quello di febbraio ho trovato questa bellissima e golosissima ricetta che non ho potuto fare a meno di adattare con gli ingredienti vegetali e provare immediatamente.

Che ne dite? Il risultato sembra, oltre che bello, anche delizioso!

Bundt cake al cioccolato, whisky e melagrana, senza… burro, latte e uova

INGREDIENTI

Dolce

  • 400 g di farina 00
  • 260 g di zucchero integrale di canna
  • 300 g di spalmabile alla soia
  • 160 ml di olio di semi
  • 300 g yogurt alla soia
  • 1 bustina di vanillina
  • 80 g di gocce di cioccolato fondente
  • 50 g di cacao amaro in polvere
  • 1 bustina di lievito vanillato per dolci
  • 1 cucchiaio di Whisky
  • 1 pizzico di sale

Decorazione

  • 110 g di cioccolato fondente extra
  • 80 g di burro vegetale
  • 1 cucchiaino di miele fluido
  • 1 melagrana

PREPARAZIONE

  1. Preriscaldate il forno 180°
  2. In una ciotola capiente o in quella della planetaria, sbattete ad alta velocità gli yogurt, lo zucchero, il sale e la vanillina fino ad ottenere un composto omogeneo e spumoso
  3. Abbassate a media velocità le fruste, aggiungete l’olio a filo e una volta incorporato del tutto aggiungete lo spalmabile alla soia e il Whisky
  4. Abbassate nuovamente la velocità delle fruste mettendole al minimo e unite la farina, il lievito e il cacao in polvere setacciati
  5. Infarinate le gocce di cioccolato e aggiungetele mescolando grossolanamente con una spatola
  6. Ungete con dell’olio di semi e infarinate uno stampo da bundt da 24 oppure spruzzatelo con dello spray staccante alimentare, versateci il vostro composto e infornate per circa 45 minuti
  7. Trascorso il tempo di cottura fate la prova dello stecchino per verificare la cottura
  8. Sfornate, lasciate raffreddare e poi spolverizzare con del cacao amaro
  9. Fondete ora il cioccolato fondente a bagnomaria con il burro vegetale e il miele mescolando con una frusta fino a ottenere un composto liscio e lucido e lasciatelo raffreddare un pochino finche non diventa leggermente più denso
  10. Rovesciate ora il dolce su di una gratella, glassate e decorate con i chicchi di melagrana
  11. Prima di servire attendete che si sia asciugato

Francesca


Frosting al burro e vanilla, senza… burro, latte e uova

Ecco a voi quello che per me è il re dei frosting: il frosting al burro e vanilla! Essendo io un’amate folle della vanilla, sono ovviamente di parte ma posso garantirvi che la sua versatilità è enorme! Divertitevi a guarnire i vostri dolci con questo frosting semplice da preparare e delizioso!

Frosting al burro e vanilla, senza… burro, latte e uova

INGREDIENTI

  • 250 g di burro vegetale a temperatura ambiente
  • 500 g di zucchero a velo vanillato
  • 200 g di farina 00
  • 60 ml di panna vegetale
  • 2 cucchiai di estratto di vanilla
  • 1 pizzico di sale

PREPARAZIONE

  1. Con uno sbattitore elettrico o una planetaria con un gancio a foglia, sbattete il burro vegetale a media velocità fino a renderlo cremoso. Aggiungete lo zucchero a velo, la metà della farina, la panna liquida e l’estratto di vanilla. Sbattete a bassa velocità per 30 secondi e poi aumentate a media velocità e sbattere per 2 minuti. Aggiungete la farina tenuta da parte se il composto risulta troppo leggero oppure un cucchiaio di panna se risulta troppo fisso. Aggiungete un pizzico di sale se vi sembra troppo dolce.
  2. Utilizzate subito oppure coprite bene con la pellicola trasparente e conservate in frigo fino a una settimana o per tre mesi nel freezer. Se congelate il frosting, fatelo scongelare in frigo e quando vi serirà sbattetelo di nuovo a media velocità per qualche secondo in modo da renderlo cremoso di nuovo. Se necessario, aggiungete anche una punta di panna o latte vegetale: questo aiuterà ad alleggeire il frosting che è stato congelato.

N.B. La consistenza del frosting è a vostra discrezione e dipende dall’uso che ne dovete fare: se avete bisogno di decorare con i beccucci a stella, dovrete renderlo più fisso in modo che mantenga la forma che volete ne risulti. Questo si ottiene aggiungendo zucchero a velo o farina 00 (dipende da quanto dolce lo volete!) fino ad ottenere la giusta densità. Se al contrario non avete esigenza di decorare con i beccucci sagomati potrete lasciarlo più cremoso; nel caso in cui dovesse risultare troppo fisso, aggiungete un po’ di latte vegetale o panna liquida (decidete voi quanto grasso lo volete!) fino ad arrivare alla consistenza desiderata.

CONSIGLIO: se volete colorare il vostro frosting basterà aggiungere al composto qualche goccia di colorante alimentare. La quantità dipenderà sempre dall’intensità volete dare alla vostra guarnizione.

Francesca


Pasticcini di San Valentino, senza… burro, latte e uova

Buon San Valentino a tutti! Ricorrenza molto amata ma anche odiata da molti, io personalmente la amo molto soprattutto per l’enorne quantità di dolci che si presta per questa romantica occasione, ovviamente!

Vi propongo oggi dei fantastici dolcetti guarniti con frosting al burro vegetale e vanilla, che ho messo in un post a parte in modo da rendere la ricetta più accessibile e di facile consultazione.

Bene, cari i miei romanticoni, vi lascio mettervi all’opera per degustare queste dolcissime tortine, coccolando magari voi stessi sul divano, davanti a una bella serie oppure in compagnia dei vostri amati! Bacioni!

INGREDIENTI

  • 125 g (1 vasetto) di yogurt alla soia
  • 160 g di farina 00
  • 30 g di amido di mais
  • 1 bustina di lievito vanillato per dolci
  • 4 cucchiaini di cacao amaro in polvere
  • 1 presa di sale
  • 60 g di burro vegetale
  • 200 g di zucchero semolato
  • 120 ml di olio vegetale
  • 2 cucchiaini di estratto di vanilla
  • 120 ml di panna vegetale da montare
  • latte vegetale q.b. all’occorrenza
  • granelle decorative
  • ciliegie candite a vostro piacimento
  • Frosting al burro e vanilla per decorare

PREPARAZIONE

  1. Preriscaldate il forno a 180°
  2. In una ciotola montate la panna vegetale (non troppo fissa!) e mettetela da parte
  3. In un’altra ciotola setacciate la farina con il lievito, la polvere di cacao, l’amido di mais, il sale e mettete da parte
  4. Con uno sbattitore elettrico o una planetaria con gancio a foglia, sbattete il burro vegetale ad alta velocità fino a farlo diventare cremoso, aggiungete lo zucchero e sbattete di nuovo ad alta velocità finchè il composta non risulterà omogeneo. Con una spatola integrate al composto gli ingredienti che sono rimasti sulle pareti della ciotola se necessario. Aggiungete l’olio e sbattete ancora per altri 2 minuti. Il burro potrebbe risultare “grumoso” e quindi il composto non del tutto omogeneo. Tranquilli! E’ normale.
  5. Aggiungete lo yogurt e la vanilla. Sbattete a media velocità fino a completo assorbimento. Con una spatola integrate al composto gli ingredienti che sono rimasti sulle pareti della ciotola se necessario. Integrate l’aceto il colorante alimentare fino a ottenere la sfumatura che più vi piace. Con la frusta a bassa velocità incorporate gli ingredienti secchi in tre riprese alternandoli con la panna liquida, partendo e terminando con gli ingredienti secchi e mescolando ogni aggiunta fino a completo assorbimento. Aggiungete la panna montata al vostro composto con una spatola o con un cucchiaio di legno e mescolando delicatamente dal basso verso l’alto. L’impasto risulterà soffice e leggermente denso. Di nuvo se dovessero ancora esserci pezzettini di burro. Tranquilli! E’ normale e si scioglieranno durante la cottura dei pasticcini. Se il composto dovesse risultare troppo fisso aggiungete latte vegetale q.b. per renderlo più cremoso.
  6. Versate il composto nei vostri stampini o pirottini fino a 2/3 del volume.
  7. Infornate per circa 20 minuti, trascorso il tempo di cottura fate la prova dello stecchino e se esce pulito è ora di sfornare. Lasciate raffreddare sulla placca da forno per 5 minuti e dopo trasferiteli su si una gratella per raffreddare completamente
  8. Preparate il frosting al burro vegetale e vanilla e decorate i dolcetti immediatamente prima di servirli anche con granelle di zucchero e ciliegie

N.B. Se monterete troppo fissa la panna montata quando avrete terminato di preparare il composto da infornare, lo troverete davvero spumoso e se infilerete un cucchiaio nel mezzo non cadrà. Dovete assolutamentre aggiungere il latte vegetale per ammorbidirlo e renderlo cremoso. In caso contrario quando andrete ad infornare, il risultato sarà disastroso: l’impasto si gonfierà in un primo momento ma poi, avendo troppa aria al suo interno per poter legare gli ingredienti tra loro, imploderà su se stesso è continuerà a bollire inutilmente all’interno dei vostri stampini!

Francesca