Danubio dolce bicolore, senza… burro, latte e uova

Ci sono ricascata! Ci è piaciuto talmente tanto che l’ho per forza dovuto rifare. Questa volta però ho fatto una variante: l’ho fatto bicolore con cioccolato fondente.

L’ultima volta che l’avevo proposto l’ho fatto tutto bianco con il ripieno di marmellata fatta in casa, questa volta ho voluto farcire le palline di impasto al cioccolato con della marmellata alle arance mentre le palline di impasto bianche, le ho farcite con… sua maestà la Nutella, d’altronde i miei cari non soffrono di intolleranze, pertanto devo anche accontentarli. Ciò non toglie il fatto che in commercio esistano innumerevoli creme alla nocciola senza lattosio e pure MOLTO BUONE!

Anche questa volta devo dire che è riuscito strabuono!

Danubio dolce bicolore, senza… burro, latte e uova

INGREDIENTI

  • 500 g di farina 00
  • 100 g di cioccolato fondente in polvere
  • 40 g di zucchero
  • 15 g di lievito di birra fresco
  • 50 g di margarina (meglio se burro vegetale!)
  • 200 g di latte di soia
  • 125 g (1 vasetto) di yogurt di soia
  • 1 presa di sale
  • Farcitura a scelta: cioccolato fondente, marmellata, crema pasticcera…Granelle di zucchero colorate

PREPARAZIONE

  1. Preparate il primo impasto: in una ciotola capiente versate 300 g di farina, la metà dello zucchero, la metà dello yogurt, la metà del lievito e la metà della margarina fusa. Impastate con le mani o con la planetaria dotata di gancio a uncino per un paio di minuti. Aggiungete ora la metà del latte intiepidito appena e il sale e impastate per 5 minuti buoni. Se vedete che l’impasto risulta troppo colloso sulle mani o sul gancio, aggiungete un paio di cucchiai di farina per volta finché non incolla più. Spostate l’impasto in una ciotola precedentemente spolverata di farina in modo che non si incolli durante il periodo di lievitazione, coprite con la pellicola trasparente e ponete in forno spento con la lampadina accesa per almeno 1 ora.
  2. Preparate il secondo impasto: nella stessa ciotola che avete utilizzato precedentemente, versate il cioccolato in polvere e le restanti quantità di farina, zucchero, yogurt, lievito e margarina fusa. Impastate con le mani o con la planetaria dotata di gancio a uncino per un paio di minuti. Aggiungete ora il restante latte intiepidito e il sale e impastate per 5 minuti buoni. Se vedete che risulta troppo secco, intiepidite dell’altro latte di soia e aggiungetene un cucchiaio per volta finché non diventa della stessa consistenza sofficie del primo impasto. Spostatelo poi in una ciotola precedentemente spolverata di farina in modo che non si incolli durante il periodo di lievitazione, coprite con la pellicola trasparente e ponete in forno spento con la lampadina accesa per almeno 1 ora. Nel frattempo ungete e infarinate o spruzzatela con dello spray staccante alimentare una teglia da forno rotonda da 24 cm e mettetela da parte.
  3. Farcitura e seconda lievitazione: Trascorso il tempo di lievitazione, riprendete gli impasti, lavorateli brevemente e formate delle palline d’impasto più o meno della stessa dimensione, appiattitele e al centro mettete un cucchiaino della farcia che avete scelto (io, come detto sopra, ho utilizzato crema alla nocciola per l’impasto bianco e marmellata alle arance per quello scuro), chiudete le palline di impasto e mettetele leggermente distanziate, se possibile, nella teglia da forno già preparata (Badate bene di chiudere le palline di impasto molto accuratamente altrimenti rischiate che la farcitura fuoriesca e invalidi la buona riuscita della torta!!). Mettete la teglia di nuovo in forno spento con lampadina accesa per la seconda lievitazione per un’altra ora.
  4. Cottura: trascorsa la seconda ora di lievitazione, tirate fuori dal forno la torta e preriscaldate a 160º, intanto spennellate il vostro dolce danubio con del latte vegetale e quando il forno avrà raggiunto la temperatura, infornate per 30 – 35 minuti. Controllare sempre la doratura e se vedete che si scurisce troppo copritelo con dell’alluminio per il tempo restante della cottura. Passato il tempo di cottura, sfornate, spennellate leggermente con dell’altro latte vegetale e lasciate poi raffreddare nella teglia. Mettetelo su un bel piatto da portata e gustate.

CONSIGLIO: conservate il vostro Danubio dolce per un massimo di 3 giorni sotto una campana di vetro, dentro una scatola ben chiusa o dentro il vostro forno spento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...