Semifreddo all’arancia, senza… burro, latte e uova

Questo fine settimana mi sono trovata un sacco di arance nella fruttiera e mi sono messa a lavoro per smaltirne qualcuna. Ieri pomeriggio era molto caldo e voglia di accendere il forno assolutamente non c’era e quindi via libera a utilizzare frigo e freezer per realizzare un fresco dolce.

Panna vegetale, yogurt di soia e spalmabile di soia alleati assoluti per questa realizzazione golosa!

L’unica pecca? Il caldo di ieri l’ha fatto sciogliere in fretta fuori dal frigo!

Semifreddo all’arancia, senza… burro, latte e uova

INGREDIENTI

Per la base

  • 1 cucchiaio di olio di cocco
  • 50 g di burro vegetale
  • 10 biscotti digestive

Per la crema semifredda

  • 250 ml di panna vegetale da montare
  • 125 g (1 vasetto) di yogurt di soia
  • 3 cucchiai di spalmabile alla soia
  • 1 cucchiaio di zucchero a velo vanillato
  • colorante alimentare arancione (facoltativo)

Per la glassa

  • 250 g di zucchero semolato
  • il succo di 2 arance + quanto basta per decorare

PROCEDIMENTO

  1. Preparate la base: Riducete in polvere i biscotti con il mixer, versate la polvere una ciotola di medie dimensioni e mettete da parte. Sciogliete l’olio di cocco e il burro vegetale, versateli sulla polvere di biscotti e mescolate finché non risulterà un composto umido e sabbioso. Prendete una teglia da 18 cm con i bordi sganciabili, foderate la base con della carta forno e versate il vostro composto sabbioso. Aiutandovi con il dorso di un cucchiaio, livellate in maniera omogenea fino ad ottenere una superficie omogenea, ponete in freezer per almeno una mezz’ora.
  2. Preparate la crema semifredda: Nella ciotola di una planetaria, versate la panna vegetale (meglio se fredda da frigo) e lo zucchero a velo e montate ad alta velocità finché non risulterà soda e densa (fate la prova del cucchiaino). Aggiungete lo yogurt e aiutandovi con una spatola di gomma, incorporate mescolando molto delicatamente dal basso verso l’alto. Quando si sarà amalgamato lo yogurt, aggiungete lo spalmabile alla soia e ripetete come per lo yogurt. Quando avrete ottenuto un composto omogeneo e leggero come una nuvola, spremete un’arancia ed eliminate i residui di polpa passando il succo attraverso un colino per versarlo sulla vostra crema. Mescolate nuovamente molto delicatamente dal basso verso l’alto. Prendete un’altra ciotola di medie dimensioni e versateci la metà della crema e versate qualche goccia di colorante alimentare arancione e mescolate come prima delicatamente. Se non sarà ancora trascorsa la mezz’ora per la solidificazione in freezer della base, mettete la crema in frigo coperta con della pellicola trasparente finché non sarà ora di versarla sulla sua base.
  3. Componete il dolce: Trascorsa la mezz’ora, prendete la base dal freezer e la crema da frigo nel caso fosse stato necessario conservarla. Versate prima la crema colorata e con una spatolina in metallo, livellatela fino a ottenere una superficie omogenea. Prendete poi la crema non colorata e ripetete l’operazione. Lasciate solidificare bene il tutto in frigo per almeno 3 ore.
  4. Preparate la glassa: In un pentolino dai bordi alti versate il succo passato attraverso n colino di 2 arance e lo zucchero semolato. Accendete il fuoco e fate arrivare a sobbollire mescolando di tanto in tanto, facendo attenzione a non far attaccare il composto. Quando risulterà della consistenza di uno sciroppo, togliete da fuoco e versate una ciotola adatta a resistere al calore per far raffreddare completamente.
  5. Decorate: Una volta raffreddata completamente la glassa e trascorse le 3 ore di solidificazione del dolce, toglietelo dal frigo e versate la glassa sulla superficie. Dovrebbe non essere necessario livellarla ma in caso contrario, sempre con una spatolina di metallo livellate in maniera omogenea. Mettete di nuovo in frigo per almeno mezz’ora. Decorate con le fettine di arancia solo appena prima di servire il vostro semifreddo.

CONSIGLIO: se ne avanzate e volete che mantenga la forma anche dopo averlo servito, rimettetelo immediatamente in frigo dopo averlo sporzionato. Conservatelo il frigo per un massimo di 5 giorni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...