Plum-cake alla banana e gocce di cioccolato, senza… burro, latte e uova

Ieri, come al solito mi sono rimaste le ultime tre banane, troppo mature, prima della nuova consegna della spesa. Ovviamente gettarle non è per me un’opzione da considerare e ovviamente cos’ho fatto? Le ho sbattute nella ciotola della KitchenAid e ho iniziato a comporre una ricetta di testa mia.

Banane, zucchero, yogurt, margarina (so che non è il massimo, ma in questo periodo bisogna un po’ accontentarsi!), farina, amido di riso, vanillina, lievito e gocce di cioccolato, mescolato il tutto, buttato nella teglia da plum-cake e infornato!

Inizialmente ero un po’ dubbiosa, soprattutto perché la consistenza dell’impasto era un po’ fissa tuttavia… il commento di mio figlio di 3 anni e mezzo, quando l’ha assaggiata dopo cena, è stato: “è una bomba!”.

Plumcake alla banana 🍌 e gocce di cioccolato 🍫 , senza… burro 🧈, latte 🥛 e uova 🥚

INGREDIENTI

  • 300 g di farina manitoba
  • 1 cucchiaio pieno di amido di riso
  • 100 g di zucchero semolato
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 bustina di lievito vanillato
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • 1 presa di sale
  • 3 banane mature
  • 125 g di yogurt di soya a piacere
  • 125g di margarina (meglio se burro vegetale!) a temperatura ambiente
  • 2 cucchiai di olio di semi
  • 80 g di gocce di cioccolato

PROCEDIMENTO

  • Preriscaldate il forno a 180° e ungeteo spruzzate di spray staccante alimentare una teglia da plum-cake. Mettete da parte.
  • Con una frusta elettrica o una planetaria dotata di gancio a foglia sbattete le banane ad alta velocità fino a ridurle a una cremina. Aggiungete lo yogurt e lo zucchero e sempre ad alta velocità sbattete finché non saranno ben amalgamati. Aggiungete la margarina a cubetti e sbattete di nuovo ad alta velocità. Se rimangino dei pezzettini, va bene lo stesso, si scioglieranno durante la cottura. Aggiungete ora la farina, l’amido di riso, la vanillina, il bicarbonato, il sale e per ultimo il lievito vanillato e sbattete a bassa velocità finché non sarà ben omogeneo. L’impasto risulterà fisso: va bene così. Versate ora le gocce di cioccolato e con una frusta a mano incorporate delicatamente.
  • Versate in vostro impasto nella teglia da plum-cake e infornate a 180° per 35-40 minuti o finché uno stecchino non uscirà completamente pulito dal centro del plum-cake.

CONSIGLIO: conservate il plum-cake sotto una campana di vetro o in una scatola ben chiusa per un massimo di 4 giorni.


Cupcakes alla vanilla e granelle di zucchero, senza… burro, latte e uova

SACRILEGIO! Mi sono appena accorta che avevo pubblicato su instagram la foto di questi cupcakes con la promessa di pubbicarne la ricetta! Mea culpa!!

Rimedio subito: buon divertimento!

Cupcakes 🧁 alla vanilla e granelle di zucchero, senza… burro 🧈, latte 🥛 e uova 🥚

INGREDIENTI

  • 200 g di farina per dolci
  • 3/4 di cucchiaino di lievito vanillato
  • 1/4 di cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • 1 presa di sale
  • 115 g di burro vegetale a temperatura ambiente
  • 200 g di zucchero semolato
  • 250 g di yogurt di soya alla vanilla
  • 2 cucciaini di vanillina
  • 120 g di panna vegetale
  • 120 ml di latte vegetale a temperatura ambiente
  • 80 g di granelle di zucchero arcobaleno
  • Frosting al burro e vanilla

PRECEDIMENTO

  1. Preriscaldate il forno a 180°. Allineate 14 pirottini da muffins su di una placca da forno e lasciate da parte.
  2. Mescolate la farina, il lievito vanillato, il bicarbonato di sodio e il sale e lasciate da parte.
  3. Utilizzando una frusta elettrica o un planetaria dotata di gancio a foglia, sbattete il burro e lo zucchero assieme ad alta velocità finché risulterà soffice e cremoso per circa 2 minuti. Con una spatola grattate i bordi per togliere le eccedenze . Aggiungere lo yogurt e la vanillina. Sbattete a velocità medio alta fino al completo assorbimento poi aggiungere la panna. Con una spatola grattate i bordi per togliere le eccedenze se necessario. A bassa velocità, aggiungete e sbattete gli ingredienti secchi finché il composto sarà omogeneo, con il gancio sempre a bassa velocità, aggiungete il latte fino a completo assorbimento. Non mescolate troppo. Aggiungete la granella di zucchero arcobaleno e mescolate a mano delicatamente.
  4. Con un cucchiaio riempite i pirottino non oltre i 2/3 del volume per evitare che trasbordi durante la cottura, meglio anche rimanere sulla metà. Infornate per circa 20 minuti o finché uno stecchino usicrà completamente pulito da centro. Aspettate che i cupcakes siano completamente raffreddati prima di decorarli con frosting.
  5. Decorate con il frosting al burro e vanilla tinto con una goccia di colorante rosa per alimenti.

CONSIGLIO: conservate le rimanenze ben chiuse in una scatola in frigo per un massimo di 3 giorni.


Crostata alla crema pasticcera e fragole, senza… burro, latte e uova

Per me primavera significa inevitablimente: FRAGOLE! Uno dei miei dolci preferiti infatti è questa crostata deliziosa che, per ovvi motivi preparo solo in questa stagione. La stagionalità degli ingredienti è essenziale per assaporare il loro gusto più pieno!

Il contrasto tra la croccantezza della frolla, la morbidezza vellutata della crema pasticcera e il leggero gusto delce-acidulo delle fragole regala una resa da urlo!

Provare per credere!

Crostata alla crema pasticcera e fragole, senza… burro, latte e uova

INGREDIENTI

  • Pasta frolla
  • 500 ml latte di soia (o vegetale)
  • 100 g zucchero semolato
  • 50 g amido di mais
  • 1 bacca di vaniglia o 1 bustina di vanillina o 2 cucchiai di estratto di vanilla
  • la scorza di 1 limone non trattato (facoltativo)
  • 1 pizzico curcuma o 1 cucchiaino di colorante alimentare giallo
  • 500 g di fragole

PREPARAZIONE

  • Preparate la pasta frolla e mettetela a riposare in frigo
  • Preriscaldate il forno a 180 °, inoliate e infarinate una teglia da crostate da 28 cm e mettete da parte. Lavate bene le fragole, tagliatele a fettine e mettetele in frigo coperte con della pellicola trasparente.
  • Preparate la crema pasticcera: In una pentola dai bordi alti versate il latte, lo zucchero, la bacca di vanilla e la scorza grattugiata del limone, accendete il fuoco dolce e mescolando con una frusta aggiungete anche l’amido di mais setacciato e continuate a mescolare finché non vedete che si addensa. Spegnete il fuoco, trasferite la crema in una ciotola resistente alle alte temperature, coprite la vostra crema con della pellicola trasparente avendo cura di appoggiarla sulla superficie della crema pasticcera e mettetela da parte a raffreddare.
  • Preparate la crostata: Trascorso il tempo di riposo della pasta frolla (1 ora) tiratela fuori dal frigo, cospargete con una presa di farina il piano di vostro piano di lavoro e infarinatevi un po’ anche le mani e il mattarello. Stendete la vostra frolla fino a ottenere uno spessore di minimo di 3 mm. Trasferitela sulla teglia da crostate, eliminate l’eccesso lungo i bordi e aiutandovi con una forchetta fate in modo che il bordo risulti alto uguale lungo tutto il perimetro della vostra crostata. Sempre con la forchetta bucherellate in maniera omogenea bordo e fondo della crostata, ricopritela con una foglia di carta forno e versateci sopra dei legumi secchi per la cottura alla cieca. Infornate a 180 ° per 20 minuti e trascorsi 15 minuti tirate via i legumi e la carta forno e continuate la cottura per i restanti 5 minuti. Sfornatela e lasciatela raffreddare.
  • Componete la crostata: Una volta raffreddata la crostata, facendo attenzione a non romperla, trasferitela sul vostro piatto da portata. Prendete la crema pasticcera raffreddata, datele un’energica sbattuta a mano con una frusta fino a farla tornare omogenea e setosa, versatela all’interno della crostata e con una spatola cospargetela in maniera omogenea fino ai bordi. Cercate di rendere la superficie della pasticcera liscia e di altezza omogenea. Prendete le fragole precedentemente preparate e decorate a piacere.

CONSIGLIO: durante la cottura della crostata controllate sempre il livello di doratura: se vedete che si sta scurendo troppo, sfornatela e se siete in dubbio sulla cottura interna, spegnete il forno, aprite uno spiraglio e lasciate che finisca il tempo di cottura prima di sfornare.


Frosting cremoso al burro di arachidi

Questo frosting si presta molto come farcitura per dolci a base di:

  • cioccolato fondente
  • banana

Frosting cremoso al burro di arachidi

INGREDIENTI

  • 75g di burro vegetale a temperatura ambiente
  • 250g di burro di arachidi
  • 120g di zucchero a velo vanillato
  • 80ml di panna vegetale
  • 1 cucchiaino di vanillina
  • 1 presa di sale

PROCEDIMENTO

  1. Con una frusta elettrica o una planetaria dotata di gancio a foglia o frusta, sbattete il burro vegale fino a farlo diventare cremoso. Aggiungete il burro di arachidi, lo zucchero a velo vanillato, la panna vegetale, la vanillina e il sale prima a bassa velocità e poi alzando al massimo per 3 minuti pieni. Aggiungete un cucchiaio di zucchero a velo alla volta se dovesse risultare troppo liquido o, al contrario, se dovessere essere troppo fisso, un cucchiaio di panna vegetale alla volta fino a ottenere la giusta consistenza.
  2. Conservate in frigo per al massimo una settimana.

Cupcakes al cioccolato fondente e frosting al burro di arachidi, senza… burro, latte e uova

Vagando per la rete, nei miei adorati siti di pasticceria americana ho trovato questa ricetta fantastica. Ammetto che un po’ il burro di arachidi mi intimoriva, io non sono una grande amante di questa crema se consumata da sola, ma mescoltata ad altri ingredienti la adoro!

Ho visto poi: cioccolato fondente e polvere di caffè e mi sono convinta a provare: risultato EC-CE-ZIO-NA-LE! Perfino mio marito che ha il palato MOLTO difficile, quando li ha assaggiati, si è sbilanciato a dirmi: “speciali!”. Il ché significa che sono venuti davvero, davvero bene. Grande soddisfazione per la sottoscritta.

I miei bambini li hanno apprezzati parecchio tutti e due, in particolar modo la piccolina. Una sola parola: PROVATELI!

Cupcakes al cioccolato fondente e frosting al burro di arachidi, senza… burro, latte e uova

INGREDIENTI

Cupcakes

  • 100 g di farina mille usi
  • 4 cucchiai di fecola di patate o amido di mais o amido di riso
  • 40 g di cioccolato fondente in polvere
  • 1 cucchiaino di polvere di caffè (decaffeinato se mangiano anche bambini!)
  • 3/4 di un cucchiaino di lievito vanillato per dolci
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • una presa di sale
  • 100 g di zucchero semolato
  • 100 g di zucchero di canna chiaro
  • 1 tazzina da caffè di acqua
  • 80 ml di olio di semi o di cocco (sciolto!)
  • 2 cucchiai di vanillina
  • 120 ml di latticello vegetale

Frosting

  • Frosting cremoso al burro di arachidi

PREPARAZIONE

  1. Prerisccaldate il forno statico a 180°. Allineate 14 pirottini su di una teglia da forno e mettete da parte.
  2. In una ciotola capiente sbattete a mano, con una frusta: la farina, la fecola di patate, la polvere di cacao, la polvere di caffè, il lievi, il bicarbonato, il sale e la vanillina finchèsaranno ben mescolati. Mettete da parte. In un ciotola di medie dimensioni sbattete con un a frusta, sempre a mano, l’olio di semi, l’acqua e gli zuccheri finchè il composto risulterà omogeneo. Versate medà degli ingredienti umidi su quelli secchi. Poi la metà del latticwello vegetale. Sbattete delicatamente per qualche secondo. Pour half of the wet ingredients into the dry ingredients. Ripetete con i rimanete ingredienti umidi e latticello vegetale. Mescolate giusto finchè si sarò amalgamato l’impasto. Non mescolate troppo!
  3. Con un cucchiaio versare l’impaso nel pirottini. Riempite solamente fino a metà! Ne fuoriscirebbe il contenuto durante la cottura: DISASTRO GARANTITO! Inforate per 18 – 21 minuti, o finchè uno stecchino uscirà dal centro completamente pulito. Lasciate raffreddare completamente prima di guarnire col frosting.
  4. Preparate il frosting: con una frusta elettrica o una planetaria dotata di gancio a foglia o frusta, sbattete il burro vegale fino a farlo diventare cremoso. Aggiungete il burro di arachidi, lu zucchero a velo vanillato, la panna vegetale, la vanillina e il sale prima a bassa velocità e poi alzando al massimo per 3 minuti pieni. Aggiungete un cucchiaio di zucchero a velo alla volta se dovesse risultare troppo liquido o, al contrario, se dovessere essere troppo fisso, un cucchiaio di panna vegetale alla volta fino a ottenere la giusta consistenza.
  5. Guarnite i capcakes completamente raffreddati. Per la granella io ho utilizzato: una parte di zuccherini colorati sui toni dell’arancio, fuxia e rosso, della granella di nocciole e gocce di cioccolato fondente.

CONSIGLIO: conservate le rimanenze in frugo per un massimo di 4 giorni.


Crostatine con marmellata di fragole e crema di nocciole e pistacchi, senza… burro, latte e uova

Ieri mi sono imposta di fare qualcosa che amo: i miei dolci! In queste settimane frenetiche scandite da smart work fino alle 15, contemporaneamente badare ai bambini, h 24, cucinare per tutta la famiglia, rassettare, pulire, e… bla bla bla, cerco sempre di incastrare il tempo per questo ma purtroppo, come potete vedere, una volta a settimana è già un lusso!

Oggi voglio proporvi le crostatine alla marmellata di fragole e crema di nocciole e pistacchi. La mia marmellata è quella che ho fatto in casa l’estate scorsa, posterò al più presto la ricetta, mentre la crema di nocciole è composta da una crema vegana acquistata e pistacchi tritati.

Sono molto semplici da realizzare, provare per credere!

Crostatine con marmellata di fragole fatta in casa e crema di nocciole e pistacchi, senza… burro latte e uova

INGREDIENTI

PROCEDIMENTO

  1. Preparate la pasta frolla
  2. Trascorso il tempo di riposo preriscaldate il forno a 180°
  3. Stendete la frolla fino ad ottenere uno spessore di 2/3 mm, prendete uno stampino da crostatina e utilizzatelo come un coppapasta per ottenere le forme delle vostre crostatine. Rimuovete l’eccesso di pasta e riformate una palla. Ripetete l’operazione fino a raggiungere il numero di tortine che vi serve, con quello che avanzate invece riformate una palla, ricopritela di pellicola trasparente e mettela in freezer.
  4. Spruzzate di spay staccante alimentare o ungete gli stampini e ricopriteli bene con le vostre fromine di frolla, bucherellatela con una forchetta e mettete da parte. Preparate la crema di nocciole e pistacchi: versate la crema di nocciole in una ciotola, versate i pistacchi tritati e mescolate bene finchè i pistacchi saranno ben distribuiti nella crema e mettetela da parte. Prendete un vasetto di marmellata di fragole, io ho usato quella che avevo fatto in casa e mettetene abbastanza da ricoprire la base della vostra crostatina, mi raccomando di non eccedere troppo nella dose altrimenti rischiate che fuoriesca durante la cottura in forno. Farcite con la marmellata la metà delle tortine.
  5. Infonate tutte le le formine, anche quelle non farcite a 180° per 18 – 20 minuti. Controllate la dortature delle crostatine e se vedete che si scuriscono troppo in fretta, sfornatele.
  6. Terminata la cottura farcite le crostatine rimanenti ancora calde con la crema di nocciole e pistacchi.

CONSIGLIO: conservatele sotto una campana di vetro, in una scatola a chiusura ermetica o dentro al forno spento per un massimo di 3 giorni.


Torta al latte (vegetale!) caldo , senza… burro, latte e uova

Finalmente riesco a scrivere nel mio sito… in questi giorni difficili è diventato un lusso potermi dedicare ai miei dolcetti, tra lockdown, smartworking e bambini a casa ovviamente il tempo da ritagliarmi per poter fare ciò che più amo è davvero inesistente.

Ieri sono riuscita in 10 minuti a preparare l’impasto per questa ciambella gustosa da inzuppare tutta nel latte a colazione o la sera, come ho fatto io ieri, prima di andare a letto.

Forza amici provate anche voi a coccolarvi un pochino con questa semplice tortina! Ce la fremo!

Torta al latte (vegetale!) caldo , senza… burro, latte e uova

INGREDIENTI

  • 200 g di farina 00
  • 50 g di fecola di patate
  • 200 g di zucchero
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 bustina di lievito vanillato
  • 4 cucchiai di cioccolato fondente in polvere
  • 160 ml di latte vegetale
  • 250 g di yogurt alla soia (2 vasetti)
  • 80 g di burro vegetale (io ho usato quello di soia)

PREPARAZIONE

  1. Preriscaldate il forno a 180°
  2. Sbattete gli yogurt con lo zucchero fino a completo assorbimento e nel frattempo scaldate il latte vegetale in un pentolino assieme al burro vegetale fino a sfiorare il bollore, intanto setacciate la farina, la fecola, la vanillina e il lievito e versateli sul composto di yogurt e zucchero mescolando con il gancio a foglia a bassa velocità. Quando il composto sarà omogeneo versate poco per volta il latte e il burro.
  3. Inoliate e infarinate (io ho usato del pan grattato) una teglia col buco da 24 cm e versateci dentro la metà dell’impasto che dovrà risultare lucido e setoso. Rimettete la ciotola con la metà rimanente nella sede dedicata dell’impastatrice e versateci il cioccolato fondente e sbattete a bassa velocità fino a completo assorbimento. Versatelo ora nella teglia e con una forchetta mescolate grossolanamente gli impasti.
  4. Infornate a forno statico per 30 – 35 minuti o finchè uno stecchino non uscirà dalla torta completamente pulito.

CONSIGLIO: Conservate la torna per un massimo di 3 giorni ben chiusa in una scatola, sotto una campana di vetro o in forno. Io per la cottura ho usato il fonetto da fuoco messo sul fuoco dolce per 45 minuti.


Crostata alla crema e banane, senza… burro, latte e uova

Per chi si annoia delle solite crostate alla marmellata o alla cioccolata, questa è davvero una valida e originale alternativa: crema (non pasticcera!) e banane (apprezzate da adulti e bambini!).

Mi sono ritrovata un eccesso di banane e come al solito, non volendole gettare, ho cercato una ricetta che non fosse il solito abusato banana bread o i muffins alla banana. Ecco che mi imbatto su di una crostata, dolce che, tra l’altro, era un pochino che non facevo! Incuriosita mi cimento a fare la versione senza lattosio e uova, ammetto, un po’ preoccupata per la resa della crema…

Beh… una deliziosa sorpresa anche in versione vegan!

Crostata alla crema e banane, senza… burro, latte e uova

INGREDIENTI

Crostata e farcitura

  • Pasta frolla
  • 400 ml di latte vegetale
  • 120 ml di panna vegetale
  • 100 g di zucchero semolato
  • Una presa di sale
  • 125 g di yogurt di soia alla banana
  • 30 g di amido di mais
  • 1 bustina di vanillina
  • 2 cucchiai di burro vegetale
  • 4 banane
  • 1 spruzzata di cannella

Panna montata

  • 240 ml di panna vegetale da montare
  • 2 cucchiai di zucchero a velo vanillato
  • Una bustina di vanillina

PROCEDIMENTO

  1. Preparate la pasta frolla
  2. Preriscaldate il forno a 180º
  3. Stendete la frolla abbastanza grande da ricoprire una teglia da 24 cm, spruzzate la teglia con dello spray staccante alimentare, ricoprire con la frolla e tagliate l’eccesso di pasta dal bordo e procedete alla cottura alla cieca: bucherellate con una forchetta la pasta sul fondo della teglia, ricoprire con della carta forno e versateci sopra dei legumi secchi, del riso o le apposite sfere in ceramica e infornate per 20 minuti. Passati 15 minuti togliete la carta forno con i legumi, il riso o le sfere d’argilla e lasciate in forno per i rimanenti 5 minuti. Trascorsi i gli ultimi 5 minuti, sfornate e mettete da parte.
  4. Mescolate il latte vegetale, la panna vegetale, lo zucchero e il sale in una pentola di medie dimensioni e a fuoco medio. Mescolate finché lo zucchero si sarà dissolto, passare sul fuoco dolce sbattendo con una frusta di tanto in tanto. Lavorando velocemente mentre la crema di latte inizia a sobbollire, sbattete a parte lo yogurt e l’amido di mais in una ciotola resistente al calore, finché non saranno mischiate in maniera omogena. Molto lentamente versate 240 ml di crema al latte per riscaldare la mistura di yogurt e amido di mais. Versate ora lentamente il composto nella pentola ancora sul fuoco e continuate a mescolare con la frusta finché la crema non si sarà addensata e delle bolle inizieranno a salire in superficie. Rimuovete la pentola da fuoco, ricoprite la crema con della pellicola trasparente e lasciate raffreddare per almento 15 minuti.
  5. Affettate 2 banane e sistemate le fettine sulla base della crostata ormai raffreddata, cospargete con poca cannella, versateci la crema sopra. Coprite di nuovo la crema versata con della pellicola trasparente e ponetela in frigo per almeno 4 ore.
  6. Quando sarà ora di servirla, preparate la panna montata usando uno sbattitore elettrico o una planetaria dotata di frusta, sbattete insieme la panna vegetale da montare, lo zucchero a velo e la vanillina ad alta velocità finché non suoererà la priva del cucchiaino (circa 5 minuti). Affettate le altre 2 banane e ricoprite la crema versata in precedenza sulla crostata e decorate a piacere con la panna montata.

CONSIGLIO: Conservatela in frigo per un massimo di 3 giorni.

Francesca


Torta di compleanno a modo mio, senza… burro, latte e uova

Come ve le sognate voi le torte di compleanno? Io ho sempre adorato quelle che si vedono sui cartoni animati ricoperte di creme e granelle colorate con tutte le candeline sopra. La famosissima Christina Tosi ha una sua specialità che propone nei suo rinomatissimi Milk Bar e l’ha chiamata per l’appunto “Birthday cake” ed è davvero meravigliosa! Fatevi un giro sul link!

C’è scritto molto su come prepararla ma non ho trovato purtroppo le dosi esatte, così ne ho fatta una “a modo mio” e il risultato non è stato niente male!

L’ho preparata per il compleanno di mio marito e il suo sguardo di sorpresa e appagamento all’assaggio mi ha ripagata di tutto il gran lavoro!

Torta di compleanno a modo mio, senza… burro, latte e uova

INGREDIENTI

  • 270 g di farina 00
  • 1,5 cucchiaino di lievito vanillato per dolci
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • una presa di sale
  • 130 g di burro vegetale a temperatura ambiente
  • 270 g di zucchero semolato
  • 200 g di yogurt di soia (2 vasetti)
  • 1 bustina di vanillina
  • 140 g di panna vegetale a temperatura ambiente
  • 140 ml di latte vegetale a temperatura ambiente

Bagna

  • 200 ml di latte vegetale
  • 1 bustina di vanillina

Frosting

PREPARAZIONE

  1. Preriscaldate il forno a 180° e rivestite 4 teglie da dolce da 18 cm con della carta forno. Se non ne avete 4, farete 4 infornate dividendo uniformemente l’impasto utilizzando la stessa teglia
  2. Mescolate con una frusta la farina, il lievito, il bicarbonato di sodio, la vanillina, il sale e mettete da parte
  3. Con le fruste elettriche o una planetaria dotata di gancio a foglia, sbrattete il burro ad alta velocità finchè diventa una cremina per circa 1 minuto. Aggiungete ora lo zucchero e sbattete di nuovo ad alta velocità per circa 2 minuti finchè sarà incorporato. Aggiungete lo yogurt e sbattete a medio-alta velocità fino a completo assorbimento e poi aggiungete la panna vegetale. A bassa velocità aggiungete gli ingredienti secchi finchè il composto diventa omogeneo. Sempre a bassa velocità versate il latte vegetale fino a farlo incorporare. Date una mescoltata con una frusta a mano per togliere eventuali grumi.
  4. Versate il vostro impasto in parti uguali nelle teglie da dolce e infornate per circa 20 minuti, fate poi la prova dello stecchino e se esce pulito, sfornate. Lasciate completamente raffreddare le teglie su di una gratella
  5. Nel frattempo preparate il frosting al burro vegetale e vanilla e la bagna sbattendo con una frusta a mano il latte vegetale e la vanillina
  6. Con un coltello molto affilato, tagliate un sottilissimo strato dalla cima delle vostre 3 torte in modo da creare un superficie piatta. Posizionate una delle torte sul vostro piatto da portata, con un pennello da cucina spennellate con una dose generosa di bagna la superficie e ricoprite i modo uniforme con 100 g di frosting. Appoggiatevi sopra la seconda torta e di nuovo spennellate con una dose generosa di bagna e ricoprite uniformemente con altri 100 g di frosting. Di nuovo appoggiate sopra la terza torta, spennellate con una dose generosa di bagna e ricoprite uniformemente con altri 100 g di frosting. Prendete finalmente l’ultima torta e posizionatela sopra, spennellate con una dose generosa di bagna e decoratela con il frosting rimanente con una tasca da pasticcere o a vostro piacimento. Cospargete con granelle a piacere.
  7. Ponete in frigo per almeno 30 minuti

CONSIGLIO: Conservate quello che ne rimane in frigo, coperto da pellicola trasparente per un massimo di 5 giorni.


Barrette crumble ai mirtilli rossi, uvetta e mandorle, senza… burro, latte e uova

A chi non piace la crumble pie? Io ne divento matta! Purtroppo è un dolce un po’ pesantino pertanto non lo consiglio per un uso regolare ma quelle 3/4 volte l’anno per togliersi lo sfizio, bisogna proprio prepararselo e mangiarselo di gusto!

Ho trovato navigando qua e là questa ricetta, che non è la classica crumble pie ma sono delle barrette o quadrotti e che ho ovviamente poi riadattato senza burro, latte e uova ed è venuta… UNA BOMBA! Sia di bontà che (ahimè!) caloricamente parlando.

Si tratta di una ricetta davvero semplice da realizzare, provatela e godetevi il fantastico risultato!

Barrette crumble ai mirtilli rossi, uvetta e mandorle, senza… burro, latte e uova

INGREDIENTI

  • 380 g di farina mille usi
  • 200 g di zucchero semolato
  • 1 cucchiaino di lievito in polvere vanillato
  • 1 presa di sale
  • 1 cucchiaino di cannella
  • 230 g di burro vegetale da frigo a dadini
  • 125 g di yogurt di soia
  • 60 ml di latte vegetale
  • 1 bustina di vanillina
  • 30 g di mandorle spezzettate

Ripieno ai mirtilli

  • 100 g di mirtilli rossi essiccati
  • 100 g di uvetta
  • 150 g di zucchero semolato
  • 1 cucchiaio di amido di mais
  • 2 cucchiaini di scorza di arancia
  • succo di arancia da spremuta di 0,5 arance

Glassa

  • spremuta di arancia da 1,5 arance
  • 250 g di zucchero a velo vanillato

PROCEDIMENTO

  1. Preriscaldate il forno a 180° e mettete in ammollo il cranberry e l’uvetta in modo da farli ammorbidire
  2. Mescoltate la farina, lo zucchero, il lievito, il sale e la cannella in un’ampia ciotola, aggiungete poi il burro a cubetti e con 2 forchette o un mixer impastate finchè non sembrerà sbriciolata
  3. Sbattete in una ciotolina a parte lo yogurt e il latte e versate sopra l’impasto di burro e farina e mescolate delicatamente finche non si sarà inumidito e avrà l’aspetto della sabbia umida sbriciolata
  4. Tiratene da parte 200 g circa, versate quello che rimane su di una placca da forno da 30×20 cm rivestita di carta forno e appiattite con la mano inumidita o con una spatola di metallo e lasciate da parte. Anche se non risulterà del tutto omogenea, va benissimo
  5. Scolate e strizzate l’uvetta e i mirtilli rossi e mescolateli allo zucchero, all’amido, alla scorza e al succo d’arancia e cospargete sopra la base preparata. Prendete ora l’impasto sbriciolato tenuto da parte in precedenza e cospargetelo sopra l’uvetta e il cranberry e per ultimo cospargete con le mandorle
  6. Infornate per 40 – 50 minuti o finché la superficie non sarà leggermente dorata e uno stecchino uscirà dall’impasto per la maggiorparte pulito, per capirci: con qualche granellino attaccato. Il mio ci ha impiegato 40 minuti ma voi attenetevi alle indicazioni
  7. Sfornate e lasciate raffreddare la placca su di una gratella per circa un’ora. Potete continuare ad aspettare che si raffreddi a temperatura ambiente oppure potrete mettere la placca in frigo per velocizzare
  8. Nel frattempo sbattete la spemuta d’arancia insieme allo zucchero a velo vanillato. Se la consistenza vi sembra troppo fissa aggiungete spremuta d’arancia o, in caso contrario, aggiungete un cucchiaio di zucchero a velo alla volta fino a trovare la consistenza che desiderate. Versate sopra il crumble raffreddato e mettete di nuovo in frigo per almeno mezz’oretta
  9. Tirate fuori dal frigo e tagliate a quadrotti

CONSIGLIO: conservate le barrette a temperatura ambiente per un massimo di 2 giorni oppure in frigo fino a una settimana.

Francesca