Crostata alla crema pasticcera e fragole, senza… burro, latte e uova

Per me primavera significa inevitablimente: FRAGOLE! Uno dei miei dolci preferiti infatti è questa crostata deliziosa che, per ovvi motivi preparo solo in questa stagione. La stagionalità degli ingredienti è essenziale per assaporare il loro gusto più pieno!

Il contrasto tra la croccantezza della frolla, la morbidezza vellutata della crema pasticcera e il leggero gusto delce-acidulo delle fragole regala una resa da urlo!

Provare per credere!

Crostata alla crema pasticcera e fragole, senza… burro, latte e uova

INGREDIENTI

  • Pasta frolla
  • 500 ml latte di soia (o vegetale)
  • 100 g zucchero semolato
  • 50 g amido di mais
  • 1 bacca di vaniglia o 1 bustina di vanillina o 2 cucchiai di estratto di vanilla
  • la scorza di 1 limone non trattato (facoltativo)
  • 1 pizzico curcuma o 1 cucchiaino di colorante alimentare giallo
  • 500 g di fragole

PREPARAZIONE

  • Preparate la pasta frolla e mettetela a riposare in frigo
  • Preriscaldate il forno a 180 °, inoliate e infarinate una teglia da crostate da 28 cm e mettete da parte. Lavate bene le fragole, tagliatele a fettine e mettetele in frigo coperte con della pellicola trasparente.
  • Preparate la crema pasticcera: In una pentola dai bordi alti versate il latte, lo zucchero, la bacca di vanilla e la scorza grattugiata del limone, accendete il fuoco dolce e mescolando con una frusta aggiungete anche l’amido di mais setacciato e continuate a mescolare finché non vedete che si addensa. Spegnete il fuoco, trasferite la crema in una ciotola resistente alle alte temperature, coprite la vostra crema con della pellicola trasparente avendo cura di appoggiarla sulla superficie della crema pasticcera e mettetela da parte a raffreddare.
  • Preparate la crostata: Trascorso il tempo di riposo della pasta frolla (1 ora) tiratela fuori dal frigo, cospargete con una presa di farina il piano di vostro piano di lavoro e infarinatevi un po’ anche le mani e il mattarello. Stendete la vostra frolla fino a ottenere uno spessore di minimo di 3 mm. Trasferitela sulla teglia da crostate, eliminate l’eccesso lungo i bordi e aiutandovi con una forchetta fate in modo che il bordo risulti alto uguale lungo tutto il perimetro della vostra crostata. Sempre con la forchetta bucherellate in maniera omogenea bordo e fondo della crostata, ricopritela con una foglia di carta forno e versateci sopra dei legumi secchi per la cottura alla cieca. Infornate a 180 ° per 20 minuti e trascorsi 15 minuti tirate via i legumi e la carta forno e continuate la cottura per i restanti 5 minuti. Sfornatela e lasciatela raffreddare.
  • Componete la crostata: Una volta raffreddata la crostata, facendo attenzione a non romperla, trasferitela sul vostro piatto da portata. Prendete la crema pasticcera raffreddata, datele un’energica sbattuta a mano con una frusta fino a farla tornare omogenea e setosa, versatela all’interno della crostata e con una spatola cospargetela in maniera omogenea fino ai bordi. Cercate di rendere la superficie della pasticcera liscia e di altezza omogenea. Prendete le fragole precedentemente preparate e decorate a piacere.

CONSIGLIO: durante la cottura della crostata controllate sempre il livello di doratura: se vedete che si sta scurendo troppo, sfornatela e se siete in dubbio sulla cottura interna, spegnete il forno, aprite uno spiraglio e lasciate che finisca il tempo di cottura prima di sfornare.


Crostatine con marmellata di fragole e crema di nocciole e pistacchi, senza… burro, latte e uova

Ieri mi sono imposta di fare qualcosa che amo: i miei dolci! In queste settimane frenetiche scandite da smart work fino alle 15, contemporaneamente badare ai bambini, h 24, cucinare per tutta la famiglia, rassettare, pulire, e… bla bla bla, cerco sempre di incastrare il tempo per questo ma purtroppo, come potete vedere, una volta a settimana è già un lusso!

Oggi voglio proporvi le crostatine alla marmellata di fragole e crema di nocciole e pistacchi. La mia marmellata è quella che ho fatto in casa l’estate scorsa, posterò al più presto la ricetta, mentre la crema di nocciole è composta da una crema vegana acquistata e pistacchi tritati.

Sono molto semplici da realizzare, provare per credere!

Crostatine con marmellata di fragole fatta in casa e crema di nocciole e pistacchi, senza… burro latte e uova

INGREDIENTI

PROCEDIMENTO

  1. Preparate la pasta frolla
  2. Trascorso il tempo di riposo preriscaldate il forno a 180°
  3. Stendete la frolla fino ad ottenere uno spessore di 2/3 mm, prendete uno stampino da crostatina e utilizzatelo come un coppapasta per ottenere le forme delle vostre crostatine. Rimuovete l’eccesso di pasta e riformate una palla. Ripetete l’operazione fino a raggiungere il numero di tortine che vi serve, con quello che avanzate invece riformate una palla, ricopritela di pellicola trasparente e mettela in freezer.
  4. Spruzzate di spay staccante alimentare o ungete gli stampini e ricopriteli bene con le vostre fromine di frolla, bucherellatela con una forchetta e mettete da parte. Preparate la crema di nocciole e pistacchi: versate la crema di nocciole in una ciotola, versate i pistacchi tritati e mescolate bene finchè i pistacchi saranno ben distribuiti nella crema e mettetela da parte. Prendete un vasetto di marmellata di fragole, io ho usato quella che avevo fatto in casa e mettetene abbastanza da ricoprire la base della vostra crostatina, mi raccomando di non eccedere troppo nella dose altrimenti rischiate che fuoriesca durante la cottura in forno. Farcite con la marmellata la metà delle tortine.
  5. Infonate tutte le le formine, anche quelle non farcite a 180° per 18 – 20 minuti. Controllate la dortature delle crostatine e se vedete che si scuriscono troppo in fretta, sfornatele.
  6. Terminata la cottura farcite le crostatine rimanenti ancora calde con la crema di nocciole e pistacchi.

CONSIGLIO: conservatele sotto una campana di vetro, in una scatola a chiusura ermetica o dentro al forno spento per un massimo di 3 giorni.


Crostata alla crema e banane, senza… burro, latte e uova

Per chi si annoia delle solite crostate alla marmellata o alla cioccolata, questa è davvero una valida e originale alternativa: crema (non pasticcera!) e banane (apprezzate da adulti e bambini!).

Mi sono ritrovata un eccesso di banane e come al solito, non volendole gettare, ho cercato una ricetta che non fosse il solito abusato banana bread o i muffins alla banana. Ecco che mi imbatto su di una crostata, dolce che, tra l’altro, era un pochino che non facevo! Incuriosita mi cimento a fare la versione senza lattosio e uova, ammetto, un po’ preoccupata per la resa della crema…

Beh… una deliziosa sorpresa anche in versione vegan!

Crostata alla crema e banane, senza… burro, latte e uova

INGREDIENTI

Crostata e farcitura

  • Pasta frolla
  • 400 ml di latte vegetale
  • 120 ml di panna vegetale
  • 100 g di zucchero semolato
  • Una presa di sale
  • 125 g di yogurt di soia alla banana
  • 30 g di amido di mais
  • 1 bustina di vanillina
  • 2 cucchiai di burro vegetale
  • 4 banane
  • 1 spruzzata di cannella

Panna montata

  • 240 ml di panna vegetale da montare
  • 2 cucchiai di zucchero a velo vanillato
  • Una bustina di vanillina

PROCEDIMENTO

  1. Preparate la pasta frolla
  2. Preriscaldate il forno a 180º
  3. Stendete la frolla abbastanza grande da ricoprire una teglia da 24 cm, spruzzate la teglia con dello spray staccante alimentare, ricoprire con la frolla e tagliate l’eccesso di pasta dal bordo e procedete alla cottura alla cieca: bucherellate con una forchetta la pasta sul fondo della teglia, ricoprire con della carta forno e versateci sopra dei legumi secchi, del riso o le apposite sfere in ceramica e infornate per 20 minuti. Passati 15 minuti togliete la carta forno con i legumi, il riso o le sfere d’argilla e lasciate in forno per i rimanenti 5 minuti. Trascorsi i gli ultimi 5 minuti, sfornate e mettete da parte.
  4. Mescolate il latte vegetale, la panna vegetale, lo zucchero e il sale in una pentola di medie dimensioni e a fuoco medio. Mescolate finché lo zucchero si sarà dissolto, passare sul fuoco dolce sbattendo con una frusta di tanto in tanto. Lavorando velocemente mentre la crema di latte inizia a sobbollire, sbattete a parte lo yogurt e l’amido di mais in una ciotola resistente al calore, finché non saranno mischiate in maniera omogena. Molto lentamente versate 240 ml di crema al latte per riscaldare la mistura di yogurt e amido di mais. Versate ora lentamente il composto nella pentola ancora sul fuoco e continuate a mescolare con la frusta finché la crema non si sarà addensata e delle bolle inizieranno a salire in superficie. Rimuovete la pentola da fuoco, ricoprite la crema con della pellicola trasparente e lasciate raffreddare per almento 15 minuti.
  5. Affettate 2 banane e sistemate le fettine sulla base della crostata ormai raffreddata, cospargete con poca cannella, versateci la crema sopra. Coprite di nuovo la crema versata con della pellicola trasparente e ponetela in frigo per almeno 4 ore.
  6. Quando sarà ora di servirla, preparate la panna montata usando uno sbattitore elettrico o una planetaria dotata di frusta, sbattete insieme la panna vegetale da montare, lo zucchero a velo e la vanillina ad alta velocità finché non suoererà la priva del cucchiaino (circa 5 minuti). Affettate le altre 2 banane e ricoprite la crema versata in precedenza sulla crostata e decorate a piacere con la panna montata.

CONSIGLIO: Conservatela in frigo per un massimo di 3 giorni.

Francesca


Crostatine di riso, senza… burro, latte e uova

Da piccolina ne andavo pazza, mio figlio le adora e in pasticceria se non trovo altro che mi attiri e ho voglia di fare uno strappo alla regola, ci casco spesso e volentieri! La crostatina di riso per me è la tortina dei bambini, con il riso, la pasticcera e la frolla, non può non piacere!

Ho voluto provare a replicarla a casa senza burro, latte e uova e devo dire che non è stato poi così difficile!

L’unico errore che ho fatto, ahimè, è stato non ungere e infarinare gli stampini. Che dilettante!!!

Tortine di riso, senza… burro, latte e uova

INGREDIENTI

Base crostatine

Farcitura

Crema al riso

  • 500 ml di latte vegetale
  • 70 g di riso
  • 125 g di burro vegetale
  • 50 g di zucchero semolato
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 stecca di cannella

Crama pasticcera

  • 250 ml di latte vegetale
  • 20 g di amido di mais
  • 50 g di zucchero
  • scorza di mezzo limone non trattato
  • 2 bustine di vanillina
  • 1 pizzico di sale

Aggiunte

  • 125 g di yogurt alla soia

PROCEDIMENTO

Crema al riso

  1. In una pentola dal bordo alto mettete: il riso, il latte vegetale, il burro vegetale, lo zucchero, il sale e la stecca di cannella
  2. Accendete il fuoco e fate cuocere finoche il latte non sarà quasi del tutto assorbito
  3. Spegnete poi il fuoco e lasciate raffreddare per almeno 2 ore

Crema Pasticcera

  1. In una pentola versate l’amido di mais, lo zucchero, la scorza di limone e la vanillina
  2. Accendete il fuoco e versate il latte a filo mescolando con la frusta in modo da non formare grumi
  3. Quando il composto inizia ad andare in ebollizione abbassate il fuoco al minimo e continuate a mescolare con la frusta finchè non otterrete una consistenza abbastanza cremosa
  4. Spegnete il fuoco e coprite la superficie della crema con della carta forno in modo che quando si sarà raffreddata e rimuoverete la carta, rimarrà incollata la pellicola di superficie. Non avrete così problemi con fastidiosi grumi
  5. Lasciate raffreddare anche questa per almeno 1 ora

Composizione

  1. Preriscaldate il forno statico a 180°
  2. Mescolate la crema di riso con la crema pasticcera, aggiungeteci lo yogurt e mescolate bene
  3. Prendete la pasta frolla e stendetela fino ad avere un’altezza di 3 mm, rivestite poi i vostri stampini monoporzione unti e infarinati
  4. Riempiteli di crema e infornate per 15 minuti sul ripiano più basso del forno
  5. Trascorso il tempo di cottura sfornate e lasciate raffreddare
  6. Toglieteli dagli stampini e godetevi la bontà

Francesca


Crostata ai frutti di bosco

Crostata di ribes, more e lamponi, senza…burro, latte e uova

Lo scorso fine settimana sono andata in montagna con la mia famiglia, a casa dei miei genitori. Questa casa è stata il mio rifugio per 3 lunghi anni durante i quali ero consulente in una grossa azienda in quella zona e in quel periodo della mia vita, ammetto non molto roseo, cercavo di restare a galla emotivamente anche comprando tonnellate di libri di cucina e sui dolci oltre che a innumerevoli romanzetti rosa peggio degli harmony!!

Tutto questo preambolo per arrivare al fatto che frugando qua e là nella libreria in mezzo ai monti dei miei genitori mi sono ritrovata in mano un fantastico libro sui dolci light e ovviamente è tornato a casa con me, assieme a una mezza tonnellata di altri libri.

Questa ricetta l’ho trovata in quel libro, ho dovuto togliere 2 tuorli e aggiungere al loro posto un vasetto di yogurt ed ecco qui la mia crostata ai ribes, more e lamponi, ovviamente, senza… burro, latte e uova!

Crostata ai ribes, more e lamponi, senza… burro, latte e uova

INGREDIENTI

Pasta

GUARNIZIONE

  • 300 g di ribes, more e lamponi
  • 3 cucchiai di miele
  • 2 cucchiai di succo di limone
  • 1 cucchiaio di zucchero a velo vanillato

PREPARAZIONE

Pasta

  1. Sciacquare bene e asciugare un limone non trattato e grattugiarlo in una ciotola capiente, io uso quella della mia KitchenAid
  2. Aggiungete poi la farina, lo zucchero, l’olio, lo yogurt e il sale e impastate con la planetaria dotata di gancio, oppure a mano, finché l’impasto non risulterà sodo e non si attaccherà più alle dita
  3. Avvolgetelo nella pellicola trasparente e lasciatelo riposare in frigo per almeno un’ora
  4. Preriscaldate poi il forno statico a 180º e spruzzate di spray staccante alimentare oppure oliate e infarinate uno stampo da crostate da 20
  5. Tirate fuori la vostra frolla dal frigo, stendetela e mettetela nello stampo, pareggiate il bordo e bucherellatela con una forchetta
  6. Ricoprite la pasta con della carta forno e versatevi sopra dei fagioli essiccati
  7. Infornate per 10 minuti, togliete poi la carta forno e i fagioli e infornate di nuovo per altri 15 minuti
  8. Sfornate e rovesciate, facendo molta attenzione a non romperla, la vostra crostata su di una griglia per farla raffreddare

Guarnizione

  1. Lavate i frutti di bosco asciugateli su di un canovaccio
  2. Prendete un pentolino e a fuoco dolce mescolate il miele e il succo di limone fino a intiepidirli.
  3. Togliete dal fuoco e versate sulla pasta frolla aiutandovi a distribuire su tutta la superficie entro i bordi
  4. Mettete ora i ribes, le more e i lamponi e cospargete con poco zucchero a velo