Torta al latte (vegetale!) caldo , senza… burro, latte e uova

Finalmente riesco a scrivere nel mio sito… in questi giorni difficili è diventato un lusso potermi dedicare ai miei dolcetti, tra lockdown, smartworking e bambini a casa ovviamente il tempo da ritagliarmi per poter fare ciò che più amo è davvero inesistente.

Ieri sono riuscita in 10 minuti a preparare l’impasto per questa ciambella gustosa da inzuppare tutta nel latte a colazione o la sera, come ho fatto io ieri, prima di andare a letto.

Forza amici provate anche voi a coccolarvi un pochino con questa semplice tortina! Ce la fremo!

Torta al latte (vegetale!) caldo , senza… burro, latte e uova

INGREDIENTI

  • 200 g di farina 00
  • 50 g di fecola di patate
  • 200 g di zucchero
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 bustina di lievito vanillato
  • 4 cucchiai di cioccolato fondente in polvere
  • 160 ml di latte vegetale
  • 250 g di yogurt alla soia (2 vasetti)
  • 80 g di burro vegetale (io ho usato quello di soia)

PREPARAZIONE

  1. Preriscaldate il forno a 180°
  2. Sbattete gli yogurt con lo zucchero fino a completo assorbimento e nel frattempo scaldate il latte vegetale in un pentolino assieme al burro vegetale fino a sfiorare il bollore, intanto setacciate la farina, la fecola, la vanillina e il lievito e versateli sul composto di yogurt e zucchero mescolando con il gancio a foglia a bassa velocità. Quando il composto sarà omogeneo versate poco per volta il latte e il burro.
  3. Inoliate e infarinate (io ho usato del pan grattato) una teglia col buco da 24 cm e versateci dentro la metà dell’impasto che dovrà risultare lucido e setoso. Rimettete la ciotola con la metà rimanente nella sede dedicata dell’impastatrice e versateci il cioccolato fondente e sbattete a bassa velocità fino a completo assorbimento. Versatelo ora nella teglia e con una forchetta mescolate grossolanamente gli impasti.
  4. Infornate a forno statico per 30 – 35 minuti o finchè uno stecchino non uscirà dalla torta completamente pulito.

CONSIGLIO: Conservate la torna per un massimo di 3 giorni ben chiusa in una scatola, sotto una campana di vetro o in forno. Io per la cottura ho usato il fonetto da fuoco messo sul fuoco dolce per 45 minuti.


Torta al cioccolato agli smarties, senza… burro, latte e uova

Appena ho pubblicato questo post sulla pagina Instagram, mi hanno fatto subito l’appunto che gli smarties contengono il burro e il cioccolato al latte e se per caso passerete di là vedrete che la mia risposta è stata: “certo! Ma sono una decorazione che si può anche fare a meno di mettere! 😄”. Vero, tuttavia in commercio si trova ormai abbondantemente la versione vegana di questi buonissimi confetti colorati e non fa assolutamente sentire la mancanza di quelli originali. Vi condivido un paio di link dove potrete acquistarli online altrimenti fate un salto al supermercato vegano/biologico di fiducia e non fate altro che chiedere ai commessi.

Tornando alla nostra torta invece… il periodo di carnevale è di solito ricco di feste per i bambini e se avete bisogno di uno spunto per una torta sana e golosa ve ne dò uno io: senza burro, senza latte e senza uova, piena zeppa di cioccolato e… coloratissima!

Che dite? piacerà ai bambini? I miei quando l’hanno vista sono impazziti!

Torta al cioccolato agli smarties, senza… burro, latte e uova

INGREDIENTI

Dolce

  • 400 g di farina 00
  • 260 g di zucchero integrale di canna
  • 300 g di spalmabile alla soia
  • 160 ml di olio di semi
  • 300 g yogurt alla soia
  • 1 bustina di vanillina
  • 80 g di gocce di cioccolato fondente
  • 50 g di cacao amaro in polvere
  • 1 bustina di lievito vanillato per dolci
  • 1 pizzico di sale

Decorazione

  • 110 g di cioccolato fondente extra
  • 80 g di burro vegetale
  • 1 cucchiaino di miele fluido
  • smarties vegani

PREPARAZIONE

  1. Preriscaldate il forno 180°
  2. In una ciotola capiente o in quella della planetaria, sbattete ad alta velocità gli yogurt, lo zucchero, il sale e la vanillina fino ad ottenere un composto omogeneo e spumoso
  3. Abbassate a media velocità le fruste, aggiungete l’olio a filo e una volta incorporato del tutto aggiungete lo spalmabile alla soia
  4. Abbassate nuovamente la velocità delle fruste mettendole al minimo e unite la farina, il lievito e il cacao in polvere setacciati
  5. Infarinate le gocce di cioccolato e aggiungetele mescolando grossolanamente con una spatola
  6. Ungete con dell’olio di semi e infarinate uno stampo da bundt da 24 oppure spruzzatelo con dello spray staccante alimentare, versateci il vostro composto e infornate per circa 45 minuti
  7. Trascorso il tempo di cottura fate la prova dello stecchino per verificare la cottura
  8. Sfornate, lasciate raffreddare e poi spolverizzare con del cacao amaro
  9. Fondete ora il cioccolato fondente a bagnomaria con il burro vegetale e il miele mescolando con una frusta fino a ottenere un composto liscio e lucido e lasciatelo raffreddare un pochino finche non diventa leggermente più denso
  10. Rovesciate ora il dolce su di una gratella, glassate e decorate congli smarties
  11. Prima di servire attendete che si sia asciugato

Francesca


Bundt cake al cioccolato, whisky e melagrana, senza… burro, latte e uova

Ieri mattina sono dovuta andare all’Ipercoop per fare delle spese dell’ultimo minuto e come al mio solito sono andata a prendermi i FANTASTICI mensili”fiorfiore in Cucina” di gennaio e febbraio, li raccolgo dal 2014 e sono veramente stupendi, ricchi di favolose ricette dolci e salate ma non solo.

Nel numero di gennaio ho trovato un primo favoloso, che infatti ho subito proposto a mio marito mentre in quello di febbraio ho trovato questa bellissima e golosissima ricetta che non ho potuto fare a meno di adattare con gli ingredienti vegetali e provare immediatamente.

Che ne dite? Il risultato sembra, oltre che bello, anche delizioso!

Bundt cake al cioccolato, whisky e melagrana, senza… burro, latte e uova

INGREDIENTI

Dolce

  • 400 g di farina 00
  • 260 g di zucchero integrale di canna
  • 300 g di spalmabile alla soia
  • 160 ml di olio di semi
  • 300 g yogurt alla soia
  • 1 bustina di vanillina
  • 80 g di gocce di cioccolato fondente
  • 50 g di cacao amaro in polvere
  • 1 bustina di lievito vanillato per dolci
  • 1 cucchiaio di Whisky
  • 1 pizzico di sale

Decorazione

  • 110 g di cioccolato fondente extra
  • 80 g di burro vegetale
  • 1 cucchiaino di miele fluido
  • 1 melagrana

PREPARAZIONE

  1. Preriscaldate il forno 180°
  2. In una ciotola capiente o in quella della planetaria, sbattete ad alta velocità gli yogurt, lo zucchero, il sale e la vanillina fino ad ottenere un composto omogeneo e spumoso
  3. Abbassate a media velocità le fruste, aggiungete l’olio a filo e una volta incorporato del tutto aggiungete lo spalmabile alla soia e il Whisky
  4. Abbassate nuovamente la velocità delle fruste mettendole al minimo e unite la farina, il lievito e il cacao in polvere setacciati
  5. Infarinate le gocce di cioccolato e aggiungetele mescolando grossolanamente con una spatola
  6. Ungete con dell’olio di semi e infarinate uno stampo da bundt da 24 oppure spruzzatelo con dello spray staccante alimentare, versateci il vostro composto e infornate per circa 45 minuti
  7. Trascorso il tempo di cottura fate la prova dello stecchino per verificare la cottura
  8. Sfornate, lasciate raffreddare e poi spolverizzare con del cacao amaro
  9. Fondete ora il cioccolato fondente a bagnomaria con il burro vegetale e il miele mescolando con una frusta fino a ottenere un composto liscio e lucido e lasciatelo raffreddare un pochino finche non diventa leggermente più denso
  10. Rovesciate ora il dolce su di una gratella, glassate e decorate con i chicchi di melagrana
  11. Prima di servire attendete che si sia asciugato

Francesca


Brownies, senza… burro, latte e uova

Facili, veloci e buonissimi: i brownies. Una tipicità anglosassone piena di cioccolato fondente che, nei giorni stressanti diventano il perfetto comfort food, grazie alla loro morbidezza e dolcezza.

Ne esistono di ogni genere, con farciture altrettanto fantasiose e gustose ma io ho voluto adattare la ricetta originale.

Questa ricetta infatti arriva da un libro fantastico sulle specialità che si possono assaggiare nella mia adorata New York City, regalatomi tanti anni fa da mio marito, allora fidanzato.

Credo si tratti del regalo che mi è entrato più nel cuore tra tutti quelli che mi ha fatto!

Brownies, senza… burro, latte e uova

INGREDIENTI

  • 150 g di farina 0
  • 25 g di cacao in polvere
  • 325 g di cioccolato fondente
  • 125 g di burro vegetale
  • 60 g di olio di semi
  • 265 g di zucchero di canna grezzo
  • 1/2 bustina di vanillina
  • 2,5 vasetti di yogurt di soia alla vanilla
  • 1 pizzico di sale
  • 10 g di cioccolato fondente a pezzettini

PROCEDIMENTO

  1. Preriscaldate il forno statico a 180°
  2. Sciogliete il burro con il cioccolato e il cacao in polvere a bagnomaria
  3. In una ciotola capiente sbattere alla velocità massima con le fruste elettriche o con la planetaria, per alcuni minuti, l’olio, lo zucchero di canna, la vanillina e lo yogurt.
  4. Mescolate a parte gli ingredienti secchi rimanenti: la farina e il sale e aggiungerli poco alla volta alla preparazione liquida che abbiamo sbattuto, con le fruste a bassa velocità
  5. Per ultimi versate il cioccolato e il burro fusi e i pezzettini di cioccolato
  6. Spennellate con olio di semi e infarinate una teglia quadrata da 24 oppure spruzzatela con spay staccante alimentare
  7. Versate il vostro impasto e con una mano bagnata distribuite il più uniformemente possibile e lisciate la supreficie del composto
  8. Infornate per 35 minuti circa

N.B. Ho evidenziato e sottolineato di proposito il dettaglio chiave della mano bagnata! Questo perchè ho provato io stessa a utilizzare una spatola e l’impasto si attaccava, mentre, con la mano bagnata, non si incollava e scivolava bene appiattendosi e lisciandosi.

CONSIGLIO: come per tutti i dolci al cioccolato, è difficile visivamente valutarne l’effettivo stato della cottura pertanto io consiglio sempre, dopo i primi 20 minuti in forno, di fare la prova dello stecchino. Altri trucchi per valutare se può essere sfornato sono, nel caso dei brownies: la superficie lucida, le spaccature in superficie deve essere abbastanza sodo al tatto, detto che, nei miei esperimenti, l’unico affidabile è stato il mio amato stecchino!